Boban contro il Milan, l’ex dirigente commenta il licenziamento. E su Rangnick…

www.imagephotoagency.it

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Boban contro il Milan: è finito ufficialmente da poche ore il rapporto tra Zvonimir Boban e il Milan, ma le decisione era nell’aria da ormai diverse settimane.

A scatenare tutto è stata un’intervista dell’ormai ex Chief Football Officer rossonero alla Gazzetta dello Sport, nella quale il croato denunciava l’intervento di Ivan Gazidis all’interno delle decisioni della società in ambito sportivo, tra cui la scelta del prossimo allenatore.

Dichiarazioni ritenute incompatibili con il rispetto dei ruoli all’interno del Milan e che hanno portato, nella giornata di ieri, all’allontanamento di Zvonimir Boban.

Non si è fatta attendere la risposta dell’ex centrocampista che, dalle pagine de Il Giornale, ha attaccato senza mezzi termini l’attuale dirigenza rossonera.

Queste le parole di Boban contro il Milan: “Non sapevo fossimo in Corea del Nord! La mia intervista alla Gazzetta dal punto di vista legale è ineccepibile. E’ arrivata dopo tante domande di chiarimenti interni puntualmente ignorati”.

Boban ha fatto poi il punto sulla situazione allenatore del Milan, dando praticamente per fatto l’arrivo per la prossima stagione di Ralf Rangnick.

A dicembre hanno chiuso con lui. Gli auguro tutto il bene possibile, ma devo essere informato dell’iniziativa. Non possono contattare un allenatore senza dirmelo”.

Il croato è un fiume in piena e ha raccontato anche un particolare aneddoto riguardo all’ultima finestra di calciomercato.

“Gazidis ha detto a noi della parte sportiva che non potevamo fare alcune scelte senza avere l’assenso del nuovo allenatore“.

Situazione, dunque, decisamente esplosiva in casa Milan: la palla adesso passa al campo, con i rossoneri di Stefano Pioli impegnati alle 15 contro il Genoa.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!