Voto del Giornalista VS Voto Statistico: Cengiz Under e Milan Skriniar

Voti così uguali ma prestazioni tanto diverse.

Se prendiamo le partite di Cengiz Under e Skriniar: da un lato vediamo colui che ha deciso la gara con un gol di pregevole fattura d’esterno sinistro mentre dall’altro c’è un giocatore in fase calante, dopo un girone d’andata vicino alla perfezione, e ha combinato una frittata con il suo compagno di reparto.

Il voto statistico ha assegnato la stessa valutazione ad entrambi i giocatori (6,5).

E’ uno scherzo?

Assolutamente no!

Come sempre, vi spiegheremo il perché di questi giudizi che, all’apparenza, sembrano assurdi e, invece, non lo sono.

Partiamo da Skriniar.

Ha partecipato all’autogol che ha portato in vantaggio il Genoa rinviando, in malo modo, il pallone che è andato a sbattere sul ginocchio di Ranocchia e ha sorpreso Handanovic.

Questo errore è stato evidenziato dalle redazioni ma le statistiche, raccolte dal nostro algoritmo, raccontano tutt’altro.

Nonostante la partita sfortunata del nazionale slovacco, alcune voci hanno portato il suo voto sopra la sufficienza.

I salvataggi, ben 10, fanno la differenza, specialmente nella valutazione finale di un difensore.

La voce “palle perse” è un’altra molto importante e il calciatore nerazzurro fa della concentrazione il suo punto di forza: infatti sono 0 a dimostrazione che non ha regalato palloni agli attaccanti del Genoa durante la gara.

Si è fatto rispettare negli “uno contro uno” (7 riusciti su 8 tentativi) e anche, incredibilmente, nei dribbling ( 2 riusciti su 2 tentativi), caratteristica non proprio nelle corde del difensore interista.

Possono sembrare cose superflue ai fini di un giudizio ma, statisticamente parlando, ti portano alle stelle oppure alle stalle.

Riguardo Under, prima del gol, non stava offrendo una prova eccellente.

Gli “uno contro uno” (3 riusciti su 10 tentativi) e i “cross” (0 andati a buon fine su 9 tentativi) hanno inciso parecchio.

Pesa anche l’imprecisione sottoporta (una grande occasione da rete mancata) però è stato vicino a sfornare un assist (un passaggio chiave). 

Praticamente, il gol ha salvato la faccia all’esterno turco altrimenti avrebbe ottenuto un voto sotto la sufficienza.