Voto del Giornalista VS Voto Statistico: Joao Pedro

Come ben sapete, l’espulsione affossa una prestazione positiva, figuratevi una negativa.

Gazzetta e Fantagazzetta non sono state tenere nei confronti di Joao Pedro assegnando una bella insufficienza che pesa come un macigno per i fantallenatori che hanno schierato il trequartista sardo.

Il nostro voto statistico ha messo, invece, un 6,5 e non è un atto di generosità solo perché siamo nel periodo di Natale.

In 89 minuti di partita, Joao Pedro ha effettuato pochi passaggi (solo 16) ma alcuni potevano regalare il vantaggio alla squadra sarda: 3 sono stati i passaggi chiave nati dai piedi del calciatore verdeoro e non sfruttati dai suoi compagni di squadra.

Le voci “Dribbling” e “uno contro uno” alzano di gran lunga la valutazione del numero 10 del Cagliari: la difesa viola solo una volta è riuscita a contrastare i suoi dribbling (3 tentativi riusciti su 4) e anche sugli “uno contro uno” si è rivelato una spina nel fianco (7 tentativi riusciti su 12).

La retroguardia della Fiorentina ha anche steso 2 volte Joao Pedro a dimostrazione che ha provato a creare qualche pericolo.

Si è fatto notare anche in fase d’interdizione con un fallo, un intercetto, un salvataggio e un contrasto.

L’unica nota storta sono i cross: solo uno ha raggiunto l’area di rigore sarda su 6 tentativi.

Piccola menzione sulle valutazioni di Allan, Cacciatore e Perisic:

  • Allan: Milano e Napoli hanno esaltato il brasiliano con voti altissimi.
    Statistiche alla mano e non prendendo in considerazione la prestazione, il 6,5 è un voto giusto perché ha fatto la classica partita di un centrocampista abile in fase d’interdizione.

 

  • Cacciatore: il terzino clivense ha offerto un’ottima prova sia in fase difensiva (3 salvataggi, 3 intercetti, 2 contrasti) che in quella offensiva (un gol, 7 “uno contro uno” riusciti su 11, 2 tiri in porta).
    Lo scivolone nel finale non intacca il giudizio statistico.

 

  • Perisic: la sua prestazione non è stata eccellente ma le statistiche lo salvano.
    E’ l’uomo più pericoloso dell’Inter con 4 tiri in porta e l’alta percentuale riguardante la precisione dei passaggi (83%) hanno portato la sua valutazione statistica oltre la sufficienza.