Ma che Voti sono questi?!




Anche la ventunesima giornata ci ha regalato alcuni voti che lasciano quantomeno perplessi.

Come al solito, le redazioni sono riuscite a peccare in mancanza di obiettività.

Le maggiori perplessità arrivano dall’applicazione della famosa quanto contestata regola dei 15 minuti introdotta da La Gazzetta l’anno scorso.

Come ben sapete, la regola, piuttosto contorta, prevede che ad un giocatore subentrato entro il 75′ venga assegnato 5.5 anche quando la sua prestazione e’ stata valutata con SV (senza voto).

Purtroppo finora non sono mancati i casi al limite che hanno fatto infuriare i fantallenatori.

In questa giornata il caso eclatante riguarda Defrel, che é subentrato a cavallo tra il 74′ e il 75′ ma é stato giudicato con SV, quindi secondo la regola il voto finale sara’ 5.5.

Applicando un po’ di buon senso, probabilmente in questo caso sarebbe stato più giusto un 6.




Purtroppo il caso dell’attaccante del Sassuolo non è l’unico.

Fanno discutere anche i voti dati a Kondogbia (entrato al 77’) e Pinilla (entrato al 79’).

Stando alla regola, che la si condivida o meno, dovrebbero essere valutati con un SV, salvo che questi non abbiano un impatto con il match degno di nota.

Ad esempio, qualora facciano un assist, un gol oppure vengano espulsi, allora sarebbe giusto assegnare loro un voto.

Tuttavia, nonostante abbiano fatto poco piu’ che calpestare l’erba e rincorrere il pallone, per la Rosea sono da 6.

Situazione simile per Thiam (entrato al 78’), ma inspiegabilmente la Gazzetta è stata piuttosto cattiva con l’attaccante empolese.

Un 5 per una prestazione cosi’ breve (e neanche intensa) non si vedeva da molto.

E’ inutile dire che questa disparità di giudizio lascia l’amaro in bocca e non fa felici migliaia di fantallenatori.

Fare meglio non sarebbe cosi’ difficile, basterebbe soltanto un po’ di attenzione e di buon senso, onde evitare che i voti vengano influenzati eccessivamente dalle simpatie o antipatie dell’inviato di giornata.