Le Valutazioni Discutibili delle Redazioni nella 24esima Giornata di Serie A

CAPITOLO ASSIST

 

  • CALLEJON: l’assist dell’esterno del Napoli riguarda il gol di Mario Rui, assegnato da Napoli a differenza di Milano che ha agito controcorrente dando il gol a Zielinski (qui l’articolo sulla decisione della Lega Calcio).
    Fantagazzetta ha ritenuto determinante il passaggio di Callejon ai fini del gol.
    Decisione alquanto discutibile perché si può definire un’azione personale la rete del terzino portoghese. (Video gol Mario Rui/Zielinski)

 

  • RAFINHA: non è assist quello sulla rete di Karamoh perché ha effettuato un semplice appoggio oltre al fatto che la segnatura del giovane talento francese è tutta farina del suo sacco. (video gol Karamoh)

 

  • DE SILVESTRI: il secondo gol del Toro è una chiara azione personale di Belotti il quale compie una bella sgroppata, supera Samir e trafigge Bizzarri con un tiro angolato.
    Niente assist per De Silvestri. (video gol Belotti)

 

  • GERSON: Fantagazzetta, come ha fatto con Callejon, ha agito allo stesso modo con Gerson assegnando il +1.
    La Gazzetta, invece, non ha considerato decisivo il passaggio del centrocampista brasiliano a Cengiz Under. (video gol Cengiz Under)

 

 

CAPITOLO VOTI

 

  • MASINA: se si prende la prestazione dell’esterno felsineo è stata buona, a tratti eccellente ma dopo il fallaccio su Lisandro Lopez, giustamente sanzionato dall’arbitro con il rosso, il voto si deve abbassare drasticamente.
    La Gazzetta ha assegnato un 4,5 che può starci ma il 6 assolutamente no.
    Fantagazzetta, gli interventi killer non si giustificano.

 

  • INGLESE: non è al top della forma ed è uscito dal campo dopo nemmeno un’ora di partita però sanzionarlo con un 4,5 ci sembra eccessivo.
    La Gazzetta è stata spietata con il povero attaccante clivense.

 

  • SIMEONE: questa volta non è riuscito a colpire la Juventus.
    La retroguardia bianconera lo ha imbrigliato per bene.
    Prova deludente e giusta insufficienza da parte di Napoli mentre Milano ha messo un 6 che non capiamo. 

 

  • LAPADULA: dopo un po’ di panchina, entra e torna ad essere decisivo con l’assist vincente per Laxalt.
    Segnali positivi che potrebbero riportarlo nell’undici titolare.
    Fantagazzetta ha premiato l’attaccante genoano con un 6,5.
    Ma la Gazzetta per dargli il 5,5 che partita ha visto?
    Stendiamo un velo pietoso!

 

  • HANDANOVIC: qui la Gazzetta ha preso un bel granchio.
    Il portiere sloveno non ha responsabilità sul gol subito visto l’evidente errore di Miranda.
    Assegnare un 5,5 è inammissibile, specialmente dopo la parata in spaccata che ha salvato l’Inter nel finale.   

 

  • MANOLAS: a volte, ci chiediamo se Milano segua le partite oppure no.
    Manolas ha sullo stomaco le 2 reti del Benevento di Guilherme e Brignola.
    Da un difensore come lui, non ci si aspetta questi cali di concentrazione.
    Sacrosanto il 5 ma il 6 della Gazzetta è un regalone.

 

  • KURTIC: sono questi i giudizi che possono falsare un fantacalcio.
    Mettere ii 6 a uno dei peggiori in campo vuol dire che c’è qualcosa che non quadra.
    L’ex atalantino non si è mai visto in avanti ed è subito crollato sotto i colpi di un ottimo Milan.
    Gazzetta, male… molto male!

 

  • MARCHISIO: gara normale per il centrocampista della Juventus.
    Compie la sua onesta partita senza sbavature, una partita dalla sufficienza tranquilla non per la Gazzetta dove, in maniera inspiegabile, lo punisce con un 5.
    Valutazione no-sense.

 

  • JANKTO: il più propositivo dell’Udinese.
    Esce a testa alta da una trasferta nefasta per i colori bianconeri.
    Napoli dà al centrocampista slovacco un 6 che merita assolutamente mentre Milano non ha notato la prestazione generosa di Jankto e assegna un 5.
    Anche qui, male la Gazzetta.