Le Valutazioni Discutibili delle Redazioni nella 22esima Giornata di Serie A

CAPITOLO ASSIST

Non ci sono casi eclatanti da segnalare in questo turno di campionato.

Solo Insigne ha lasciato qualche dubbio ma il terzo gol del Napoli è una chiara azione personale di Mertens.

CAPITOLO VOTI

  • DESTRO & DZEMAILI: un po’ generosa Fantagazzetta nei confronti dei 2 giocatori felsinei.
    Dzemaili ha giocato un ottimo prima tempo ma è vistosamente calato nella ripresa.
    Riguardo Destro, il suo ingresso in campo non si è notato.
    Giuste le valutazione della Gazzetta che ha assegnato un 5 all’attaccante e un 5,5 al centrocampista svizzero.

 

  • TROTTA: bene ma non benissimo la punta pitagorica.
    Ha calciato il rigore alla perfezione ma Ceppitelli lo ha bloccato per tutta la gara.
    La sufficienza ci sta ma il 7 assegnato da Napoli assolutamente no. 

 

  • PANDEV: prova deludente di Pandev il quale si è fatto notare per…. perché ha giocato?
    Francamente non ce ne siamo accorti ma la Gazzetta si e ha dato un 6,5.
    Stentiamo a crederci.

 

  • JORGINHO: può fare di meglio, Jorginho. Ieri è apparso appannato e un po’ a terra fisicamente.
    Gli allenamenti di Sarri cominciano a farsi sentire.
    Il 5,5 è una valutazione che rispecchia la prova poco brillante del centrocampista del Napoli.
    La Gazzetta adotta un metro di giudizio diverso assegnando un 6,5. Voti fantastici e dove trovarli.

 

  • PEROTTI: Di Francesco si è giocato la carta Perotti per sbloccare il risultato ma ha ottenuto l’effetto contrario.
    Ha offerto pochi spunti per poi terminare la gara in maniera anonima.
    Severa ma giusta la Gazzetta rifilando un 5 all’esterno argentino mentre il 6 di Fantagazzetta sa di regalo, insperato per chi lo ha schierato e indesiderato per chi lo aveva contro.

 

  • SAMIR: l’espulsione macchia la sua ottima prova e stava per costare caro all’Udinese.
    Non sta vivendo un momento fortunato il difensore brasiliano: prima l’autogol contro la Lazio e adesso il rosso diretto.
    Punire pesantemente il calciatore friulano è una cosa sacrosanta.
    Milano ha dato un 4,5 mentre Napoli continua ad essere generoso mettendo un 5,5.
    Non si può dare una valutazione del genere ad un giocatore che stava per compromettere un risultato positivo.