Le Valutazioni Discutibili delle Redazioni nella 20esima Giornata di Serie A

CAPITOLO ASSIST

 

 

  • CACCIATORE: decisione discutibile quella della Gazzetta la quale non assegna l’assist al terzino clivense.
    Serve splendidamente Radovanovic che stoppa e sferra un tiro imparabile per Bizzarri.
    Non ci siamo.
    E’ assist sotto tutti gli aspetti.

 

  • IAGO FALQUE: non è assolutamente assist sul gol di Niang.
    L’attaccante francese, una volta ricevuto il pallone dall’esterno spagnolo, avanza, entra in area, salta il difensore con una finta e calcia in porta.
    E’ una chiara azione personale e niente +1.
    Qui la Gazzetta si è comportata bene, un po’ meno Fantagazzetta.

 

  • VIOLA: il primo gol di Coda è un capolavoro ed è tutta farina del suo sacco.
    Anche qui, la rete è un’azione personale.
    Giusta la decisione di Milano, da rivedere quella di Fantagazzetta perchè non ci sono i presupposti per l’assegnazione del bonus.

 

  • ILICIC: il trequartista sloveno ha dato una palla d’oro a Cornelius ma non ha ottenuto il bonus dalla Gazzetta perchè il danese se l’è creato il gol avanzando in area con buona velocità, si ferma, punta Fazio e fulmina Alisson con un colpo da biliardo.
    Non è assist per Ilicic.  

 

 

CAPITOLO VOTI

 

 

  • BADELJ & VERETOUT: i 2 prodi guerrieri viola che hanno fatto a sportellate con i colleghi nerazzurri.
    Per entrambi, è stata una serata dove, raramente, hanno usato il fioretto e hanno dovuto prendere la spada.
    La loro partita battagliera merita una sufficienza perchè il loro apporto è stato importante.
    Alla Gazzetta non piace il loro assetto da guerra e li boccia con una grave insufficienza.
    Punti di vista (o di incompetenza). 

 

  • RANOCCHIA & SANTON: gara dalla sofferenza unica per la retroguardia dell’Inter.
    Skriniar è l’unico a reggere agli attacchi costanti della squadra di Pioli mentre il suo compagno di reparto ha subito svelato bandiera bianca in segno di resa e di infortunio.
    Santon non fa meglio anzi peggio.
    Giusto il pugno duro di Fantagazzetta, ingiustificabili le valutazioni della Gazzetta la quale ha regalato 2 sufficienze.

 

  • DYBALAsfortunato ed esce per infortunio.
    Tolta la traversa, per 50 minuti ci si aspetta una prova diversa dalla Joya, più gagliarda e non sonnacchiosa a tratti.
    In questo caso, è giusto il 5,5 di Milano mentre Napoli dà un 6,5 alquanto generoso.

 

  • WALLACE: ha scambiato Antenucci per Immobile e firma un assist all’attaccante sbagliato.
    La gara del difensore brasiliano è ricca di errori e nefandezze varie .
    Un bel 4 sembra il voto perfetto per descrivere una gara raccapricciante.
    Il 5,5 di Fantagazzetta è un regalone della Befana.
    Prendetelo e ringraziateli !

 

  • EL SHAARAWI & DZEKO: L’Atalanta mette ko una Roma confusionaria e povera di idee.
    Gli unici che si salvano sono El Shaarawi e Dzeko: il primo confeziona l’assist e il secondo fulmina Berisha con un sinistro potente.
    Napoli premia i loro sforzi mentre Milano punisce anche loro severamente.
    Non meritavamo assolutamente un voto basso.

 

  • GRASSI: l’ex atalantino ha ricevuto 2 giudizi totalmente diversi.
    Milano massacra il centrocampista spallino con un 4,5 mentre Napoli premia la sua prova con un 6,5.
    Se si fossero messe d’accordo e avessero fatto la media dei loro giudizi, sarebbe uscito il voto giusto ma qui notiamo soltanto 2 redazioni in preda ad uno stato confusionale. 

 

  • ACERBI: buona la partita di Acerbi, peccato che si sia perso Galabinov sul gol dell’1-0, un errore imperdonabile e che ha deciso la partita.
    A quanto pare, la Gazzetta ha dormito negli ultimi 10 minuti altrimenti avrebbe assegnato un 5 anziché un 6,5 .

 

  • PEZZELLA (Udinese): non fa rimpiangere Adnan anzi offre una prova più che convincente.
    L’autogol di Tomovic nasce da un suo ottimo passaggio in mezzo.
    Il giovane esterno friulano riceve un bel 6,5 da Fantagazzetta mentre la Gazzetta ha dormito anche in questo caso.