Le Valutazioni Discutibili delle Redazioni nella 17esima Giornata di Serie A

CAPITOLO ASSIST

Giornata filata liscia come l’olio riguardo l’assegnazione degli assist.
Nessun caso particolare ha sconvolto questo turno di campionato.

CAPITOLO VOTI

 

  • BERISHA & HATEBOER: entrambi i calciatori orobici non sono stati impeccabili e la Gazzetta ha fatto bene a punirli con un 5, specialmente il portiere che poteva fare qualcosa di più sui tiri di Milinkovic-Savic.
    Troppo generosa Fantagazzetta che mette una sufficienza a Berisha e Hateboer che non meritano assolutamente.

 

  • PETAGNA: pare che i giornalisti della Gazzetta abbiano preso una cotta per il giovanotto atalantino.
    Mettere lo stesso voto di Milinkovic-Savic (7,5), autore di una doppietta, è qualcosa di inspiegabile.
    Non ha fatto una cattiva gara ma queste valutazioni altamente generose rischiano di falsare un fantacalcio intero tranne quello dell’inviato di Atalanta-Lazio.
    Sicuramente avrà vinto.

 

  • MIRANTE & VERDI: Mirante ha delle responsabilità sulla punizione di Pjanic e poteva intervenire meglio sul tiro di Mandzukic mentre Verdi è stato un fantasma per tutta la gara.
    Milano usa giustamente la mano pesante sui calciatori felsinei invece Napoli ha deciso di non infierire.
    C’erano i presupposti per farlo.

 

  • PISACANE & PAVOLETTI: Pisacane sostituisce alla grande Ceppitelli con una prova difensiva eccellente formando un muro insormontabile con Romagna.
    Attendiamo spiegazioni riguardo il 5 della Gazzetta dato al difensore sardo che ci ha lasciato letteralmente basiti.
    Discorso simile vale anche per Pavoletti, caso unico di giocatore che riesce a prendere un 6 non toccando un pallone. 

 

  • VERETOUT:  solita gara di qualità e di quantità del centrocampista francese ormai diventato un punto fermo del centrocampo viola. L’insufficienza assegnata da Milano è ingiusta per quanto ha offerto in campo Veretout.

 

  • MARUSIC: questa volta, l’esterno montenegrino non ha brillato e l’Atalanta ha colpito dalle sue parti.
    Con il 6 messo a Marusic, la Gazzetta si conferma una redazione che le partite le vede in maniera molto fantasiosa.

 

  • QUAGLIARELLA: non sempre Quagliarella può togliere le castagne dal fuoco alla Sampdoria.
    Questa prestazione insufficiente stona con il girone d’andata eccellente dell’attaccante blucerchiato.
    Milano non ha messo il 5 perché non vuole rovinare l’ottima media voto della punta di Giampaolo.
    Napoli assegna, come giusto che sia, un brutto voto distinguendosi, per fortuna, dai loro colleghi milanesi.  

 

  • BIRSA: debacle del Chievo in quel di Crotone.
    E’ bastato Budimir per stendere gli uomini di Maran, in particolar modo Birsa il quale ha deluso profondamente.
    Fantagazzetta ha dato il 5 al trequartista sloveno mentre la Gazzetta lo salva con un 6.
    In questi casi, alziamo le mani.

 

  • POLITANO: di solito, con il rigore sbagliato parte in automatico la valutazione bassa.
    Non è il caso di Politano con Milano che lo premia con un 6,5.
    La prova dell’esterno neroverde è stata discreta ma ha sciupato un paio di clamorose occasioni più il penalty neutralizzato da Viviano.
    Il 5, al massimo il 5,5, era d’obbligo.