La top 5 della stagione 2016/17

Questa stagione appena conclusa ha riservato tante sorprese.

Molti giocatori hanno stupito e hanno portato vagonate di bonus a quei fantallenatori fortunati che hanno avuto l’intuizione di acquistarli.

Non è stato facile scegliere i migliori 5, dopo un’attenta e scrupolosa scrematura, siamo riusciti nell’impresa ed ecco la nostra top five:

  • DZEKO (ROMA): l’anno scorso un pacco, quest’anno un fenomeno.
    La paura all’asta iniziale di aver acquistato un bidone si è tramutata in una goduria indescrivibile.
    Con le sue 29 reti in campionato, ha portato la Roma al secondo posto e ha conquistato il primato nella classifica capocannonieri.
    Nessuno avrebbe scommesso un euro ad inizio stagione sull’attaccante bosniaco miglior marcatore, chi l’ha fatto starà adesso sorseggiando del buon spumante.

  • GOMEZ (ATALANTA): una stagione favolosa per il trequartista argentino, forse la migliore da quando è in Italia.
    Con 16 reti e un’infinita di assist ha trascinato l’Atalanta in Europa League senza passare dai preliminari, cosa impensabile ad inizio campionato.
    Gasperini ha costruito un gruppo eccezionale creando un mix tra giovani dal talento smisurato e giocatori d’esperienza che hanno saputo guidare alla perfezione questi giovani scapestrati.
    Tanto di cappello all’Atalanta, a Gasperini e, soprattutto al Papu Gomez.
    Chapeau!

  • BELOTTI (TORINO): primo campionato da bomber vero per il “gallo” Belotti.
    26 reti sono un bel bottino, ha sfiorato la conquista della classifica capocannonieri, peccato per la flessione avuta nelle ultime 5 gare.
    Rimane comunque una stagione da incorniciare per l’attaccante granata e adesso Cairo dovrà fare i conti quest’estate con i numerosi estimatori di Belotti pronti a fare follie per portarlo nelle loro squadre.

  • MERTENS (NAPOLI): quando il grave infortunio di un compagno di squadra segna l’inizio di una stagione favolosa.
    Mertens non ha fatto rimpiangere Higuain e ha regalato delle chicche ai tifosi napoletani di fattura pregevolissima.
    Insieme a Insigne, ha deliziato i calciofili dal palato fine e ha mandato in totale estasi i fantallenatori che hanno fatto bingo puntando su di lui.

  • CONTI (ATALANTA): su questo calciatore si possono dire tante cose, gli aggettivi si sprecano, infatti ne abbiamo usati tanti durante questo campionato per raccontare le sue prestazioni quasi sempre eccellenti.
    Prezioso per l’Atalanta, uomo provvidenziale per chi lo ha posseduto al fantacalcio.
    Ora che è finito tutto, sarà dura staccarsi da Conti.

Chi manca?
Non compare Higuain ma questo non vuol dire che abbia fatto una pessima stagione l’attaccante bianconero.
Al contrario, è stato decisivo per la conquista del sesto scudetto consecutivo da parte dei bianconeri.
Piccola menzione anche per Caldara, un altro gioiello della cantera bergamasca e per Bernardeschi il quale finalmente ha mostrato il suo vero valore.
Peccato per il girone di ritorno un po’ sottotono.