Facciamo il Punto: Resoconto dopo la sosta delle Nazionali




Si sono concluse le partite di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018. I calciatori stranieri della nostra serie A torneranno nelle loro rispettive squadre: chi con le proprie gambe e chi con le stampelle.

Il Napoli rientra tra i club che hanno visto un loro giocatore subire un infortunio grave. Milik ha rimediato la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro durante l’incontro contro la Danimarca. Duro colpo per Sarri che dovrà fare a meno della punta polacca per 5 mesi.

Più lievi gli infortuni di Pjaca e Lukaku: per il terzino belga solo una botta alla caviglia mentre per l’attaccante juventino un infortunio al polpaccio che lo terrà lontano dai campi per almeno un mese.

Chi ha sfruttato al meglio queste partite è stato Mandzukic. Il croato ha messo a segno 4 reti in 2 gare lanciando messaggi ad Allegri per ottenere un minutaggio più elevato.

Se Allegri avrà dato un’occhiata alla prova dell’Argentina contro il Paraguay, forse una chance a Mandzukic gliela potrebbe concedere.

Sconfitta inaspettata dell’Albiceleste con Higuain double-face: bomber cinico contro il Perù, decisamente evanescente contro il Paraguay mentre Dybala prova a cambiare le sorti della gara ma con scarsi risultati.

Prova sottotono anche per Banega che gironzola per il campo senza uno straccio di idea.

Il Brasile, invece, se la ride. Per Miranda e Dani Alves gare tranquille quelle contro la Bolivia e il Venezuela. Lo stesso vale anche per Alisson che ha corso pochi pericoli.




Ottime prove anche per Cuadrado, decisivo contro l’Uruguay con un assist a Mina, e Sanchez che domina sulla mediana.

Murillo soffre terribilmente Suarez, Bacca assist d’oro in Paraguay ma non incide contro la Celeste. Stessa sorte anche per Muriel.

Dzeko sta confermando il suo ottimo stato di forma: contro il Cipro realizza 2 reti su assist deliziosi di Pjanic.

La Bosnia si è ripresa così dalla batosta presa in Belgio. Nei diavoli rossi Mertens è una mina vagante mentre Nainggolan si rende protagonista con delle vicissitudini col CT Martinez. Il centrocampista giallorosso rischia di non giocare contro il Napoli perché potrebbe subire una piccola squalifica per aver disertato la convocazione.

Khedira è sempre di più il faro del centrocampo tedesco. Autore di una rete contro l’Irlanda del Nord, lo juventino spadroneggia incontrastato sulla mediana.

Nel Portogallo campione d’Europa , Joao Mario si rende protagonista con 2 assist nella gara contro le Far Oer. Parlando di giocatori nerazzurri, Jovetic con la sua Nazionale, è tutto un altro giocatore. Gol e assist decisivi per portare il Montenegro alla sua prima qualificazione in un Mondiale.

Segnali di ripresa per il duo viola Ilicic-Kalinic. Per lo sloveno, assist decisivo contro la Slovacchia e prova superba contro l’Inghilterra. E’ mancato solo il gol ma ci è andato vicino.

Kalinic il gol l’ha trovato nei minuti finali contro il Kosovo. Ottime notizie per Sousa.

Arriva la vittoria, dopo 2 sconfitte, per la Slovacchia di Hamsik e Kucka. Nonostante l’assist per l’1-0 di Mak, il centrocampista del Napoli non ha combinato granchè, come se si volesse risparmiare per la partita di sabato contro la Roma.

L’Olanda brilla contro la Bielorussia e stecca contro la Francia. Strootman fa bella figura in entrambe le gare mentre De Vrij ha solo scaldato la panchina. Buono per la Lazio che troverà il difensore per niente stanco.

Buone notizie per i biancocelesti arrivano anche dal Senegal dove Keita ha firmato la rete del 2-0 che ha steso il Capo Verde.

Anche la Roma può sorridere con Salah, anch’egli a segno contro il Congo e con le ottime gare di Manolas contro Cipro e Estonia.




Una bella sorpresa è Krafth del Bologna. Il difensore svedese ha compiuto un buon inizio con gli emiliani guadagnandosi la fiducia di Donadoni dopo la stagione scorsa ricca di infortuni.

Anche con la Svezia gioca alla grande. Firma l’assist per l’1-0 di Toivonen mentre il secondo gol svedese arriva dalla Sicilia con Hiljemark.

Sempre il Bologna, Torosidis segna contro l’Estonia ed esce per infortunio dopo 18 minuti. Al suo posto, entra il suo compagno di squadra Oikonomou che si comporta bene. Buona prova anche del cagliaritano Tachtsidis.