FantaStatistiche: i Migliori 10 Attaccanti da Inizio Stagione a Oggi





Siamo arrivati alla fine di questo viaggio parlando di quei giocatori che sono i motori delle nostre squadre: gli attaccanti.

La ricerca dell’attaccante che ti porti in paradiso è complicata: non sempre la punta che gioca in un top club ti garantisce quei gol necessari per vincere.

I gol più belli nascono da squadre inaspettate e da giocatori che prima dell’asta li schifavi, ora li veneri.

Ecco i 10 attaccanti venerati quest’anno dai fantallenatori:




  1. Belotti (media voto 6,79): Benvenuti al “Gallo show”!
    Quest’anno Belotti ha preso il palcoscenico della Serie A con prove da bomber di razza.
    Guarda tutti dall’alto nella classifica capocannonieri a dimostrazione della crescita esponenziale del ragazzo.

 

  1. Dzeko (media voto 6,59): “Dzeko? Che me ne faccio di quel bidone?”
    Alzi la mano chi ha pensato questo prima dell’asta iniziale.
    Bene… anzi male perché quell’attaccante visto l’anno scorso è letteralmente sparito.
    Finalmente la Roma ha quell’attaccante devastante che trascina la squadra a suon di gol.
    La stagione del riscatto è arrivata subito.

 

  1. Dybala (media voto 6,57): sta segnando poco ma c’è sempre lo zampino dell’argentino in ogni azione offensiva della Juventus.
    La costanza di rendimento è il marchio di fabbrica de “la Joya”, stentiamo a trovare una prova insufficiente dell’attaccante bianconero.

 

  1. Insigne (media voto 6,52): insieme a Mertens, forma una coppia formidabile.
    Insigne sta diventando il terrore di tutte le difese della Serie A: infermabile, implacabile, un fulmine pronto a stenderti quando meno te l’aspetti.
    Il Napoli può godersi il suo immenso talento.

 

  1. Immobile (media voto 6,43): la Lazio l’ha acquistato perché aveva bisogno di una punta di sicuro affidamento.
    Ha rispettato le attese dei tifosi biancocelesti che hanno riposto il poster di Klose in un cassetto e messo quello di Immobile.
    Ha salvato a più riprese la Lazio da partite che sembravano orientate su uno scialbo pareggio.
    I biancocelesti hanno trovato un nuovo idolo.

 

  1. Icardi (media voto 6,41): che Inter sarebbe senza Icardi?
    Più gli anni passano e più diventa decisivo con gol pesanti e anche assist preziosi.
    Maurito si sta trasformando in un attaccante a tutto tondo che il ct argentino Bauza ancora non considera.
    Il motivo resta ancora un mistero.

 

  1. Petagna (media voto 6,40): abbiamo solo una parola per descrivere la stagione di Petagna: “wow!”.
    A volte, la serie cadetta nasconde dei gioielli che faticano ad uscire ma quando gli dai una chance, la sfruttano all’istante.
    Appena Gasperini gli ha dato un’occasione, ha mostrato il suo talento e la sua enorme generosità.
    Manca solo un po’ di cattiveria, il killer instict.
    Presto sarà devastante anche in questo.

 

  1. Chiesa (media voto 6,39): “buon sangue non mente”.
    Il padre è stato un grandissimo attaccante mentre lui ha un ruolo leggermente diverso, più esterno e meno punta, ma il talento c’è e Sousa l’ha notato.
    Dopo Bernardeschi, l’allenatore portoghese ha fatto centro anche con Chiesa il quale ha spodestato un certo Ilicic, quest’anno in ombra.

 

  1. Keità Balde (media voto 6,37): fa ancora arrabbiare il suo allenatore con ritardi negli allenamenti e altro ma Inzaghi non può fare a meno di Keità.
    Da titolare o entrando dalla panchina, l’esterno senegalese è un elemento prezioso, quel giocatore che mette un po’ di pepe alla squadra che non guasta mai.
    Deve solo mettere la testa a posto.

 

  1. Higuain (media voto 6,36): fa uno strano effetto vederlo in fondo a questa classifica.
    L’ultimo mese e mezzo non proprio brillante ha abbassato la media che era stratosferica.
    La prima stagione del “Pipita” con la maglia bianconera resta formidabile.
    Quei 90 milioni investiti sull’argentino sono stati dei soldi benedetti.