Il Migliore della 15esima Giornata di Serie A: Gianluca Lapadula




Da giocare nella giungla della Lega Pro ad essere l’attaccante di riferimento del Milan.

Tutto nel giro di due anni.

Lapadula ne ha vissute tante nelle sua carriera girovagando per l’Italia in cerca di una squadra che gli desse fiducia.

Dopo il fallimento del Parma, sembrava che tutto fosse finito fino all’arrivo della chiamata del Teramo.

Dalla squadra abruzzese, comincia la grande cavalcata: 21 reti con la squadra teramana, 27 in B con la maglia del Pescara diventando l’artefice della promozione in Serie A e, adesso, stanno fioccando i gol anche con una maglia pesante e prestigiosa come quella del Milan.

Chi l’avrebbe mai detto 3-4 anni fa che un attaccante come Lapadula sarebbe diventato il protagonista nella “Scala del calcio”?

Anche il più grande fan della punta rossonera si sarebbe fatto una risata ma adesso non c’è niente da ridere perché è la realtà.

Una splendida realtà per l’italo-peruviano che segna da tre giornate consecutive e sta togliendo il posto ad un certo Bacca, infortunato e forse con le valigie già pronte.

Quale sarà la prossima destinazione dell’attaccante colombiano?

Questo è ancora un mistero.

L’inizio, però, non è stato esaltante per Lapadula.




Le molte panchine e le apparizioni spontanee hanno generato i primi mugugni di tifosi e giornalisti.

Quelli della carta stampata si sono fatti la domanda: “ ma Lapadula è da Milan?”.

La risposta è “si” perché porta alla squadra rossonera quella cattiveria e quella fame che serve per uscire fuori da anni costellati di delusioni.

I suoi gol hanno guidato il Milan al secondo posto in classifica a soli 4 punti dalla Juventus.

Il popolo rossonero è ancora incredulo di essere a pari punti con la Roma e così vicino al club bianconero il quale l’ha visto sempre da lontano nelle ultime stagioni.

Con la voglia di fare bene di Lapadula, l’incredulità può trasformarsi in certezza nel mantenere questo piazzamento lottando con le unghie e con i denti con chiunque.

Per l’attaccante rossonero sta per arrivare l’esame Olimpico di Roma dove sfiderà il club giallorosso di Dzeko.

Un altro tempio del calcio italiano dove vuole lasciare la sua impronta e continuare a far sognare il suo Milan.