Il Migliore della 31esima Giornata di Serie A: Diego Falcinelli

Crotone ha trovato il suo condottiero dall’armatura lucente per raggiungere un obiettivo che, fino a qualche settimana fa, sembrava impossibile: la salvezza.

La doppietta storica contro l’Inter lascia, ha lasciato e lascerà nei cuori dei tifosi calabresi un qualcosa che rimarrà indelebile, una storia da raccontare ai nipotini e tramandarla per mantenere viva questa gioia in eterno.

Battere i nerazzurri è come sconfiggere un gigante, un Davide contro Golia in chiave moderna con il bomber calabrese che, in 2 mosse, ha messo KO il Golia proveniente dal nord.

Di gigante l’Inter non aveva niente anzi, nel primo tempo, sembravano tanti bimbi spaventati dal calore e dal tifo assordante dei 10.000 dello Scida che, al contrario, ha esaltato l’11 di mister Nicola.

Occasioni a rotta di collo per i pitagorici che avrebbero meritato di terminare la prima frazione di gioco con un largo vantaggio ma un po’ la sfortuna e un po’ l’imprecisione non ha reso possibile tutto ciò.

L’ingenuità di Medel ha fatto salire in cattedra Falcinelli il quale trasforma il rigore con  una freddezza che stona con l’ambiente infernale creato dai sostenitori calabresi.

Il secondo gol ha mandato in visibilio una città intera.

Neanche il tifoso più ottimista del Crotone avrebbe pronosticato un inizio del genere mentre, forse, il tifoso più pessimista dell’Inter aveva già previsto tutto.

Un tocco morbido che supera un Handanovic inviperito con la sua difesa e la vendetta per Falcinelli può ritenersi consumata alla perfezione.

Vendetta?

Esattamente.

La punta crotonese venne scartata dall’Inter quando giocava negli Allievi Nazionali i quali vinsero il campionato.

Invece di una conferma, è arrivata la doccia gelata.

Dopo una lunga gavetta, iniziata coi dilettanti del Pontevecchio, raggiunge la Serie A e si sta togliendo grosse soddisfazioni.

11 gol con una piccola squadra è un ottimo bottino, gol che non sono frutto del caso.

Ogni finale di stagione ha la sua storia da raccontare, forse quest’anno assisteremo ad un miracolo sportivo con Falcinelli protagonista.