Macedonia-Italia: 3 punti ma che fatica!




Una vittoria da dimenticare per l’Italia. A Skopje, gli azzurri conquistano con tanta fatica i 3 punti utili per tenere il passo della Spagna, vittoriosa in Albania.

Una partita preoccupante sotto tanti aspetti dove il centrocampo e la difesa azzurra hanno subito gli attacchi da parte di una modesta nazionale come la Macedonia.

Ventura ha provato una formazione audace che, per un pelo, non ci ha portato a prendere una batosta epocale.

Di batoste e figure di cioccolata l’Italia ne annovera tante.

Il primo tempo era partito sotto buoni auspici.

Un’Italia che subito prova a sbloccare il risultato e ci riesce dopo 25 minuti grazie a Belotti il quale sfrutta al meglio il calcio d’angolo battuto da Candreva.

Con calma, gli azzurri gestiscono il vantaggio ignari della reazione che sta covando la Macedonia. Il primo squillo arriva da Nestorovski.




La punta del Palermo si rende pericolosa con un tiro dalla distanza che si stampa sulla traversa.

Se il primo squillo è andato a vuoto, il secondo è quello buono. La ripresa inizia con il black-out azzurro.

Verratti regala il pallone a Nestorovski che si invola verso l’area e, stavolta, batte Buffon con un tiro di piatto ben angolato.

I macedoni prendono coraggio e trovano l’insperato vantaggio con Hasani che sfrutta un altro errore del centrocampo azzurro. Pubblico in delirio e anche incredulo nel vedere il vantaggio della Macedonia, 156° nel ranking FIFA, contro i 4 volte campioni del Mondo dell’Italia.

Pandev e compagni ha ridicolizzato gli azzurri per un quarto d’ora e mostrato i difetti che presenta la nazionale.

Ventura corre ai riparti e anche questa volta, pesca i jolly dalla panchina con Parolo e Sansone che cambiano il volto ad una squadra in piena crisi d’identità.

L’Italia, con grande carattere, cerca di riportare il match sulla via giusta. Immobile conosce la strada per uscire indenni.

Negli ultimi 20 minuti, l’attaccante della Lazio salva letteralmente la faccia con una doppietta d’oro. Abile a trovare le faglie della difesa macedone.

Merita una menzione anche Candreva, autore di 3 assist. L’esterno interista è uno dei pochi che si salva da questa trasferta.

Una partita che, sulla carta, doveva essere una passeggiata invece, si è rivelata una scalata.

C’è molto da lavorare per il ct azzurro che con la Macedonia ci è andata bene ma non sempre la fortuna ti può dare una mano.




PAGELLE

ITALIA: Buffon 5,5 Bonucci 5,5 Barzagli 6 Romagnoli 5,5 Candreva 7 Bonaventura 5 (Parolo 6) Verratti 4 Bernardeschi 5 (Sansone 6,5) De Sciglio 6 Belotti 6,5 (Eder sv) Immobile 7,5

MACEDONIA: Bogatinov 6,5 Ristevski 5,5 Sikov 5 Mojsov 5,5 Zuta 5,5 (Ibraimi 6) Ristovski 6 Alioski 6,5 Spirovski 6 Hasani 7 (Trajcevski sv) Nestorovski 7 (Petrovikj 5,5) Pandev 6,5