Le Valutazioni Discutibili delle Redazioni nell’ottava Giornata di Serie A

ASSIST

 

  • SUSO: torna protagonista il numero 8 rossonero dopo il gol assegnato nel match del turno precedente con il Sassuolo. Il fantasista iberico ha offerto una prova super contro il Chievo sfornando 3 assist… anzi no! Sono 2 e vi spieghiamo il perché. Non è stato dato il terzo perché il gol del 3-0 Milan è un’azione costruita da Bonaventura il quale riceve il pallone, salta l’uomo e calcia in porta. Tutto il lavoro del centrocampista rossonero rende vano il passaggio di Suso. 

 

  • FARES: quando una deviazione cambia il corso di un’azione. Il passaggio di Fares per Paloschi è stato sporcato da Vrsaljko mettendo il pallone sui piedi dell’attaccante spallino che ha sorpreso Miranda e Handanovic. La Gazzetta è l’unica redazione a non aver assegnato il +1, una decisione controversa ma da rispettare perché il loro ragionamento fila.

 

VOTI

 

  • HYSAJ: una prova sufficiente impreziosita dall’assist per Insigne che ha chiuso i giochi con il Sassuolo. Questo può bastare per assegnare un 6,5 al terzino albanese ma la Gazzetta ha messo un 5,5 inspiegabile che ha lasciato di stucco i fantallenatori.

 

  • MERTENS: prova deludente del folletto belga apparso poco ispirato. Se Insigne ride, Mertens piange ma poco importa ad Ancelotti perchè il suo Napoli ha portato a casa i 3 punti. Il voto della fonte Giornalisti e quello statistico vanno di pari passo: entrambe hanno assegnato un giusto 5,5 ma la sufficienza della Gazzetta non sta in piedi. 

 

  • DZEKO: cosa doveva fare per prendere un 7? Questa domanda bisogna girarla alla redazione Milano che ha messo un misero 6 all’attaccante bosniaco. Dzeko ha chiuso una partita che stava per prendere una brutta piega visto il forcing empolese nel finale. Si è rivelato il salvatore dei giallorossi non per la Gazzetta. Bocciatura assurda. 

 

  • BASELLI: il Torino ha sudato più del previsto con un Frosinone duro a morire. Il centrocampista granata ha siglato la prima rete stagionale e la sua prestazione è di buon auspicio per il proseguo del campionato. Assegnare un voto sopra la sufficienza sembra il minimo ma la Rosea è controcorrente punendo Baselli con un 5,5. L’inviato che ha seguito Torino-Frosinone adotta uno strano metro di giudizio.