Le Valutazioni Discutibili delle Redazioni nella quarta Giornata di Serie A

ASSIST

 

  • KESSIE: l’assegnazione dell’assist a Kessiè ha sollevato un bel polverone. Molti fantallenatori non hanno digerito questo bonus per via della dinamica ma, in questo caso, è stata premiata la volontà del centrocampista ivoriano il quale si è sbattuto per ottenere il pallone e il suo intervento ha liberato Higuain che ha siglato la prima rete con la maglia del Milan. La Gazzetta non ha assegnato il +1 e ci può stare ma anche la decisione delle restanti redazioni non è del tutto sbagliata.

 

VOTI

 

  • BENASSIè arrivata la prima partita storta per il centrocampista viola. C’era d’aspettarselo perché non è facile mantenere un ritmo alto, specialmente con l’alta temperatura percepita a Napoli nel tardo pomeriggio di sabato. L’insufficienza era nell’aria e le statistiche hanno notato questo vistoso calo di Benassi. Da rivedere la valutazione di Milano e Giornalisti, quel 6  non rispecchia la vera prestazione del giocatore gigliato.

 

  • ROMULO: cambia casacca ma l’apporto è sempre lo stesso. Ballardini ha trovato un tesoro in Romulo, un calciatore che rende in qualunque posizione. Il voto alto è obbligatorio ma non per la Gazzetta il quale si limita ad assegnargli solo un 6. Troppo poco per quanto ha offerto l’ex Verona.

 

  • POLITANO&DALBERT: ci sono redazioni che, a volte, compiono una sorta di caccia alle streghe per trovare uno o più giocatori da bastonare mettendo giudizi gravemente insufficienti. Il 4,5 di Milano nei confronti di Politano è una punizione fin troppo severa, alquanto esagerata perché la responsabilità della sconfitta nerazzurra non è sua. Discorso simile anche per Dalbert il quale, a piccoli passi, sta migliorando la fase difensiva. Non meritava assolutamente il 5.

 

  • ACERBI: l’Empoli si è rivelato un osso più duro del previsto. Non era semplice contrastare Caputo ma ci è riuscito con ottimi risultati. Grazie alla sua buona gara, la Lazio ha conquistato 3 punti preziosi utili per risalire la china. Inspiegabile il 5,5 assegnato dalla Gazzetta che, molto probabilmente, avrà visto un’altra partita.