Le Valutazioni Discutibili delle Redazioni nella 30esima Giornata di Serie A

CAPITOLO ASSIST

 

  • PJANIC: Milano non ha considerato decisivo il passaggio del centrocampista bosniaco sul gol di Dybala perché trattasi di un’azione personale da parte dell’attaccante argentino. La Gazzetta ha sempre mantenuto questa posizione riguardo situazioni del genere. (gol Dybala)

  • PATRIC: non basta appoggiare la palla a Lucas Leiva per ottenere il bonus e cancellare l’errore sul gol del momentaneo vantaggio sannita. Come con Pjanic, anche in questo caso, Milano non ha regalato una gioia a quei pochi fantallenatori possessori dell’esterno spagnolo.( gol Lucas Leiva)

 

CAPITOLO VOTI

  • CRISTANTE: partita altalenante ma sufficiente per il centrocampista orobico che offre il suo costante apporto. Il giudizio severo da parte di Fantagazzetta (5,5) stona con quello generoso della Gazzetta (6,5). Come diciamo sempre, in queste situazioni, la verità sta nel mezzo. Un 6 avrebbe fatto contenti tutti.

  • BARELLA: ha partecipato anche lui alla debacle del Cagliari contro il Torino. Di solito, è uno dei pochi a salvarsi però qui non ha scuse. Giusto il 5,5 assegnato da Napoli mentre Milano regala un 6,5 al centrocampista sardo.
  • BASTOS: il ragazzone brasiliano, questa volta, ha giocato una buona gara, senza sbavature. Non ha responsabilità sul gol di Cataldi e ha lasciato il campo, a fine primo tempo, semplicemente per scelta tecnica. Il 6 è d’obbligo ma la Gazzetta dà un 5 ingiustificabile al centrale biancoceleste.

  • VICARI: un’espulsione genera voti sotto la sufficienza perché penalizza la propria squadra. Con il centrale spallino, il discorso è decisamente diverso visto che è diventato il protagonista di un abbaglio da parte dell’arbitro Giacomelli. Il 5 sarebbe una punizione alquanto esagerata ma Fantagazzetta non guarda in faccia nessuno e assegna, senza pietà, un valutazione bassa che non merita.
       
  • BALIC: l’unica nota lieta di una partita anonima dell’Udinese in quel di Bergamo. Illumina quel che è rimasto del centrocampo friulano con giocate importanti ma predica nel deserto. Napoli ha notato Il talento croato e lo ha premiato con un 6,5. Non è dello stesso avviso Milano il quale ha inserito un 5,5 che non rispecchia quanto di buono ha fatto vedere in campo Balic.
  • CARACCIOLO: la retroguardia scaligera ha regalato solo errori da principiante, specialmente sulla prima rete di Icardi. Caracciolo è uno degli artefici della prova disastrosa e Fantagazzetta l’ha immediatamente punito con un 5 mentre il 6 della Gazzetta è qualcosa di indecifrabile. Ma avranno visto la partita? Ne dubitiamo.