I Consigliati per la 35esima Giornata di Serie A

PORTIERI

  • SKORUPSKI: non è stato impeccabile nell’ultimo turno di campionato.
    Può rifarsi contro il Bologna di un Destro ritrovato.
    Gli emiliani verranno a fare la partita e il portiere polacco, in queste situazioni, si esalta.
     
  • SORRENTINO: il Palermo visto contro la Fiorentina fa paura ma Sorrentino è tranquillo.
    Sta tornando in forma dopo un periodo poco fortunato, sarà una gara ostica per l’estremo difensore gialloblu però in questi frangenti sa come comportarsi.
     
  • HANDANOVIC: ha salvato l’Inter da una catastrofe, ora avrà di fronte un Genoa allo sbando.
    Si prospetta una gara abbordabile ma non da sottovalutare.
     
  • CORDAZ: il portiere calabrese è in stato di grazia, para di tutto e di più.
    Il Crotone ha una saracinesca in porta e, contro il Pescara, Cordaz dovrà chiuderla con i lucchetti.
    Mai sottovalutare le squadre di Zeman anche se sono già retrocesse.
     
  • DONNARUMMA vs SZCZSENY: possono fare entrambi una gara importante.
    Entrambe le squadre hanno bisogno di punti e attaccheranno a tutto spiano.
    Le loro parate saranno decisive per il destino del match.
     
  • STRAKOSHA: partita super per il portiere biancoceleste nel derby.
    Può confermare il momento positivo contro una Sampdoria dall’attacco spuntato.

 

DIFENSORI

  • PASQUAL: l’esperienza a servizio della squadra.
    Il suo costante apporto mette tranquillità ai suoi compagni di squadra i quali sanno che darà una mano sia in fase offensiva che in quella difensiva.
    Dai suoi piedi, possono nascere cross per gli attaccanti empolesi e magari anche un gol su punizione o rigore anche se la concorrenza non manca sui calci da fermo.
     
  • FERRARI: è stato uno dei migliori difensori della serie cadetta nella scorsa stagione.
    Sta stupendo anche in Serie A con buonissime prestazioni non passate inosservate da alcune grandi squadre, Fiorentina in primis.
    Non dovrebbe avere grossi problemi contro il Pescara anche se le squadre di Zeman non bisogna prenderle sottogamba.
     
  • BRUNO PERES: ha l’occasione di rilanciarsi dopo un momento non proprio positivo.
    La squalifica di Rudiger apre le porte al terzino brasiliano il quale vuole spaccare il mondo e dimostrare di essere un giocatore da Roma.
    Il Milan dovrà tenere gli occhi ben aperti su Bruno Peres.
     
  • GONZALO RODRIGUEZ: Paulo Sousa ha bisogno di lui.
    Senza Astori e con Tomovic non al meglio, l’allenatore portoghese spera di avere al 100% il difensore argentino altrimenti la Fiorentina rischia un’altra sconfitta e i tifosi viola hanno esaurito la pazienza.
     
  • JUVENTUS: turn over ma non troppo per i bianconeri.
    Potrebbero riposare Chiellini e Dani Alves per dare spazio a Benatia e Lichtsteiner.
    Bonucci e Alex Sandro non si toccano, salvo imprevisti.
     
  • HATEBOER: non sarà facile sostituire lo squalificato Conti ma l’esterno olandese ha mostrato buone doti in entrambe le fasi.
    Potrebbe non farlo rimpiangere.
     
  • ROMAGNOLI-DE VRIJ: la loro presenza è in dubbio però questo non vuol dire che non bisogna considerarli.
    Entrambi si stanno riprendendo dai loro rispettivi acciacchi e hanno buone possibilità di scendere in campo rispettivamente contro Roma e Sampdoria.
    Aspettate prima di relegarli in panchina.

 

CENTROCAMPISTI-TREQUARTISTI

  • FELIPE ANDERSON: sta tornando in forma l’esterno brasiliano.
    Il periodo di appannamento sembra essere storia passata.
    La Sampdoria non è un avversario semplice da affrontare ma le sue giocate possono mandare in crisi la difesa blucerchiata.
     
  • PEROTTI: Spalletti avrà bisogno di Perotti ora più che mai.
    Nonostante sia in ballottaggio con El Shaarawi, l’argentino può accendere la luce al gioco giallorosso anzi sarà l’unico in grado di farlo vista l’assenza di Strootman.
    Può dire la sua contro il Milan.
     
  • BIRSA: a Genova è stato brillante ed è tornato ad essere prezioso nello scacchiere gialloblu di Maran.
    Il talento dello sloveno servirà per fermare anche il Palermo rigenerato con Bortoluzzi.
     
  • PERISIC: la difesa del Genoa non è impenetrabile.
    Le falcate di Perisic possono sfondare il muro difensivo rossoblu.
    L’Inter ha bisogno di una prova super del suo esterno croato per uscire dalla sabbie mobili e riacciuffare il Milan.
     
  • EL KADDOURI vs VERDI: bella sfida tra due giocatori dotati di ottima tecnica.
    Daranno vita ad un incontro elettrizzante dove vincerà quello più in forma.
    Entrambi stanno alla grande quindi potrebbe finire anche in parità lo scontro tra i 2.
     
  • JANKTO: contro il Bologna ha offerto la gara peggiore da quando indossa la maglia dell’Udinese.
    Può fare molto meglio.
    L’Atalanta è un avversario duro ma, in queste gare, il centrocampista ceco mostra il meglio del suo repertorio.
    Non gli piace sfigurare negli incontri importanti.
     
  • HAMSIK: è in dubbio e lo sappiamo benissimo però giocatori come Hamsik sono da schierare sempre, anche se stanno con le stampelle.
    Possono fare la differenza giocando con una gamba sola.
    Schieratelo lo stesso.

 

ATTACCANTI

  • IMMOBILE: Keita l’ha sostituito alla grande nel derby, adesso bisogna rispettare le gerarchie.
    Immobile ha fame di gol e la Sampdoria sarà la sua prossima vittima.
    Difesa avvisata, mezza salvata.
     
  • KALINIC: l’attaccante dal dente avvelenato.
    I 2 turni di squalifica non li ha digeriti e il Sassuolo dovrà fronteggiare la sua rabbia agonistica.
    Il croato, prima di lasciare Firenze, vuole rilanciare i viola con i suoi gol.
     
  • ICARDI: l’attaccante argentino è l’unica arma che ha Pioli a disposizione per uscire indenni dal “Marassi” di Genova.
    Il fatto che stia lottando per la classifica capocannonieri risulterà un vantaggio per l’Inter il quale ha bisogno di punti disperatamente.
     
  • BELOTTI: quando vede bianconero si esalta.
    Ha sempre colpito la Juventus in qualunque modo.
    Se si ripeterà di nuovo, non sarà una sorpresa.
     
  • PELLISSIER: la vecchia volpe d’area del Chievo è difficile da catturare.
    La retroguardia siciliana ha aperto la caccia e sono pronti a sparare i primi colpi per fermarla ma la volpe è astuta, si farà viva quando meno te l’aspetti.
    Appena trova il giusto varco sono dolori.
     
  • BERARDI: la difesa ridotta all’osso della Fiorentina può risultare un bel boccone per l’attaccante neroverde.
    Con Defrel non al meglio, ha la piena libertà di seminare il panico alla retroguardia viola.