I Consigliati di Fantamaster per la 16esima Giornata di Serie A




Portieri

Tante partite dall’epilogo incerto si preannunciano in questa giornata di campionato.

Roma-Milan e Torino-Juve sono quelle più calde e che possono cambiare le sorti di una stagione intera.

I portieri avranno molto da lavorare per mantenere inviolata la loro porta, specialmente per Hart e Donnarumma dove l’inglese dovrà contrastare la fame ritrovata di Higuain mentre il 17enne rossonero sfiderà uno degli attacchi più prolifici della Serie A.

Nemmeno Buffon e Szczesny potranno dormire sogni tranquilli.

Lo stesso vale anche per Handanovic che avrà di fronte la sfrontatezza di Simeone, oltre all’estro dell’ex Laxalt.

Scontro salvezza tra Cordaz e Bizzarri.

Il portiere dei pitagorici è ancora gasato dalla grande prova contro il Milan condita da un rigore parato su Niang.

Può confermare il suo ottimo stato di forma contro gli abruzzesi dall’attacco spuntato.

Per il portiere argentino ci saranno più gatte da pelare e dovrà fare gli straordinari per dare inizio ai mini serie di risultati utili per il Pescara.

Le partite, all’apparenza, tranquille potrebbero essere quelle di Mirante e Sorrentino.

Palermo ed Empoli non se la passano bene: i siciliani si devono aggrappare al solo Nestorovski, ultimamente un po’ sottotono, mentre i toscani alla fortuna.

Gara agevole anche per Reina, un po’ meno per Marchetti che dovrà respingere gli attacchi di Muriel.

Un Sassuolo ritrovato può creare molti grattacapi a Tatarusanu. Anche senza Berardi, sono tante le frecce che ha Di Francesco nella sua faretra.

L’Atalanta perderà Berisha per un mese a causa di un problema al ginocchio.

Sarà Sportiello a difendere i pali contro l’Udinese.

Difensori

Dubbi e incertezze regnano in quasi tutti i reparti difensivi della nostra Serie A.

Allegri è indeciso se adottare la difesa a 3 o quella a 4 contro i granata.

Quindi Benatia e Rugani si giocheranno l’unico posto disponibile con il marocchino in leggero vantaggio.

Per Mihajlovic, il dubbio è il solito: De Silvestri o Zappacosta?

Attualmente è favorito Zappacosta ma tutto può succedere.

Roma e Milan hanno le idee chiare.

Ci sono solo Juan Jesus e Antonelli che proveranno a soffiare il posto a Fazio e De Sciglio.

In queste partite importanti, Manolas si esalta diventando un muro insormontabile.

I tifosi giallorossi e i fantallenatori potranno contare sulla loro muraglia greca.

Per l’Inter, il muro è ancora in fase di costruzione.

Il recupero di Andreolli è un sollievo per Pioli ma preoccupano le condizioni di Ranocchia che potrebbe saltare il match contro il Genoa a causa di un lieve trauma toracico rimediato contro lo Sparta Praga.

In preallarme Murillo e, molto probabilmente, verrà accantonata l’idea di avanzare Miranda a centrocampo.

L’erroraccio nel derby costa caro a Wallace che perde il posto con Radu o Hoedt pronti a rimpiazzarlo.

In dubbio anche Lulic dopo la sua infelice uscita riguardo Rudiger.

Mini turnover nel Napoli con Hysaj che si siederà in panchina per dare spazio a Maggio.

Confermatissimo Koulibaly in forma smagliante.




Sarri ha compiuto un ottimo lavoro col giocatore senegalese che sta diventando un difensore con i fiocchi.

Koulibaly sarebbe una manna per quelle retroguardie disastrate.

Crotone e Pescara contano i difensori che hanno a disposizione.

Oddo li sta ritrovando (Gyomber e Fornasier recuperati) mentre Nicola li sta perdendo (Rosi squalificato, Mesbah e Claiton out).

Anche il Palermo cerca di ricomporre i pezzi del suo puzzle difensivo.

Corini recupera Goldaniga ma non è al meglio.

Gonzalez è ancora fuori per infortunio insieme a Rajkovic.

Ci saranno Andelkovic e Pezzella al centro della difesa mentre sulle fasce, favoriti Rispoli e Cionek.

Insidia Udinese per la difesa bergamasca che ha terminato la sua lunga serie positiva contro la Juventus.

Gasperini conferma il blocco nonostante la prova infelice allo Juventus Stadium.

Caldara, ormai, è il punto fermo della retroguardia atalantina.

Una bella sorpresa non solo per gli addetti al lavoro ma anche per il nostro campionato che sta scoprendo un grande talento, insieme a Conti.

Problemi per l’Empoli che andrà a Bologna senza Veseli, Cosic e Zambelli.

Laurini andrà ad occupare il buco lasciato dal terzino albanese.

I felsinei ritrovano Gastaldello che farà coppia con Maietta.

Probabile turno di riposo per Torosidis.

Sousa perde Tomovic per squalifica ma potrà contare su Gonzalo Rodriguez.

Nel Sassuolo, Acerbi è in dubbio per una botta al naso rimediata oggi contro il Genk.

Se non dovesse farcela, pronto Antei.

Centrocampisti – Trequartisti

Bonaventura torna, Salah no.

Roma-Milan si presenta con un ritorno in campo importante in chiave rossonera e un assenza pesante nel lato giallorosso.

Però Spalletti può comunque sorridere in vista del big match di lunedì.

E’ stato accolto il ricorso riguardo i 2 turni inflitti a Strootman e quindi occuperà regolarmente il suo posto a centrocampo.

Insieme all’olandese, anche Perotti sarà della partita.

Il tecnico di Certaldo punterà sulla voglia di fare bene di El Shaarawi contro la sua ex squadra.

Anche Montella è un ex e vuole dare un dispiacere alla Roma.

Ritroverà Mati Fernandez che ha smaltito l’infortunio subito ad Empoli ma nel suo centrocampo, peserà la mancanza di Kucka, squalificato e autore di una rete contro la Roma all’Olimpico nella scorsa stagione.

Torino con qualche novità in vista del derby contro la Juventus.

Baselli e Iago Falquè potrebbero partire dalla panchina per fare spazio ad Acquah e Boye.

Tra i bianconeri, pochi a dubbi a centrocampo con Khedira che partirà regolarmente dal 1° minuto dopo aver riposato contro la Dinamo Zagabria.

Pioli insisterà con Kondogbia nonostante le prove poco convincenti del centrocampista francese.

Joao Mario e Banega sono in lotta per una maglia da titolare mentre Brozovic è diventato un intoccabile.

Il centrocampista croato è stato uno dei pochi a salvarsi nella cocente sconfitta del San Paolo.

Il rinnovo fino al 2021 è il sintomo che la società nerazzurra punta fortemente su di lui.

Un altro croato che può dire la sua è Perisic il quale, contro il Napoli, è stato un assente ingiustificato. In forte dubbio Candreva, influenzato.

Occasione per Eder.

Nel Genoa, dovrebbe farcela Laxalt che ha saltato la partita contro il Chievo Verona per una contusione al ginocchio.

Esame Cagliari per un Napoli gasato dalla grande vittoria in Champions contro il Benfica che è valsa la qualificazione come prima nel girone.

Confermato Diawara che sta facendo faville e ha praticamente tolto il posto a Jorginho.

Anche Zielinski sta provando a soffiare il posto ad Allan ma lì è più complicato.

Solo Hamsik ha la certezza della titolarità.

I suoi inserimenti possono essere una spina nel fianco per la difesa sarda che ha mostrato molte lacune in questo girone d’andata che sta per volgere al termine.

Il Cagliari sarà orfano di Di Gennaro, espulso contro il Pescara.

Rastelli getterà nella mischia la fisicità di Tachtsidis.

La nota lieta è il recupero lampo di Joao Pedro ma non sarà presente contro il Napoli.

C’è Gagliardini per Gasperini.

Il centrocampista orobico ha scontato la squalifica e ci sarà contro l’Udinese.

Non si può dire lo stesso di Dramè che dovrà vincere il ballottaggio con Spinazzola.

Può essere la partita di Gomez per rimettere in marcia l’Atalanta.

Nella Lazio, occasione per Felipe Anderson di riscattarsi dopo la scialba gara di domenica scorsa.

I biancocelesti hanno bisogno di una grande prova del suo numero 10 per dimenticare lo 0-2 rimediato contro la Roma.

Però, la Sampdoria non sarà un cliente facile.

Giampaolo scioglierà all’ultimo minuto i dubbi che attanagliano la sua mente: Linetty o Alvarez?

Bruno Fernandes o Praet ?

A Firenze stanno assistendo alla maturità di Bernardeschi.

Sta iniziando a trascinare i viola con gol e prestazioni di carattere.

Col Sassuolo, avrà un’altra opportunità per mostrare i suoi miglioramenti e lanciare ulteriori segnali al ct della Nazionale, Ventura.

Sousa è intenzionato a confermare Vecino dopo l’ottima prova in Europa League contro il Qarabag.

Sospiro di sollievo per Di Francesco che avrà a disposizione Pellegrini il quale era uscito malconcio contro l’Empoli ma c’è Missiroli in dubbio per noie muscolari.

Nel Chievo, Birsa potrebbe pagare l’errore dal dischetto contro il Genoa con De Guzman pronto a sostituirlo.

Donadoni potrebbe rilanciare Nagy a discapito di Viviani.




Attaccanti

Il nuovo che avanza e il top player: Belotti vs Higuain.

Torino-Juventus è anche questa.

La sfida tra i due bomber infiammerà indubbiamente il match ma tra un Dybala guarito e un Mandzukic in grande spolvero, chi scalderà la panchina?

Pare che sarà la Joya ad assaggiare ancora un po’ di panchina.

Probabile un suo ingresso in campo negli ultimi 20-25 minuti.

Lapadula vuole appendere nella sua bacheca uno scalpo di lusso: quello della Roma.

La difesa giallorossa è avvisata e anche Bacca.

Non sarà facile per il colombiano riprendere il ruolo di centravanti con un Lapadula così mentre Dzeko non corre di questi rischi.

L’Inter bussa alla porta di Icardi : “contro il Genoa, abbiamo bisogno dei tuoi gol”.

Risponderà alla chiamata? Penso proprio di si.

Ora come non mai, i nerazzurri hanno bisogno di lui per dare un senso a questo campionato disastroso.

Il Genoa non sarà un avversario tenero.

Ha già fatto vedere i sorci verdi a Milan e Juventus e, quindi, occhio al “ non c’è due, senza tre “.

Anche il Napoli attende una risposta da Gabbiadini.

La sua poca cattiveria in avanti non giova al gioco di Sarri che sarà costretto ad affidarsi ai folletti imprevedibili Mertens-Insigne.

Immobile, da buon ex Genoa, vorrà compiere un dispetto ai blucerchiati.

Nonostante la probabile assenza di Keità, l’attaccante napoletano farà di tutto per mandare in crisi la difesa sampdoriana insieme al compagno di squadra, Felipe Anderson.

La Samp si affiderà al solito Muriel che, in queste partite, può esaltarsi.

Occasione Destro per tornare ad essere il beniamino dei tifosi bolognesi.

Sembrava non dovesse farcela contro l’Empoli e, invece, ha recuperato dalla contusione alla spalla.

Donadoni caricherà a mille il suo attaccante che non sta passando un grandissimo momento.

Kalinic e Petagna sono in cerca di gol importanti.

Entrambi un po’ sottotono nell’ultimo match, più preoccupante la situazione della punta atalantina che non buca la rete da parecchio.

Anche Nestorovski non se la passa bene come tutto il Palermo dal resto.

Corini non ha ancora dato quella scossa necessaria per risalire la china.

Forse i primi effetti si vedranno contro il Chievo e magari con la punta macedone il quale tornerà a realizzare ciò che sa fare meglio: mettere la palla dentro.

Crotone-Pescara è una sfida tra attacchi disperati.

Oddo potrebbe dare una chance a Manaj dopo averlo fatto fuori contro il Cagliari per motivi disciplinari mentre per il Crotone, tutto dipenderà dai piedi di Falcinelli.