I Consigli di Fantamaster per la 23esima Giornata di Serie A




PORTIERI

Juventus-Inter e Roma-Fiorentina animano questo turno di campionato con la Viola alle prese con il problema portiere.

Destano ancora preoccupazione le condizioni di Tatarusanu ancora bloccato dalla lombalgia.

Probabile la conferma di Sportiello salvo recupero lampo del portiere rumeno.

Sfida ad alta intensità tra Buffon e Handanovic i quali dovranno ostacolare le loro bestie nere per eccellenza: Higuain e Icardi.

Superata l’influenza per Marchetti che torna a difendere i pali della Lazio contro il Pescara di un Bizzarri in piena crisi di nervi.

In questa giornata potrebbe brillare la stella di Berisha anche se respingere gli attacchi del Cagliari, di Borriello in primis, non sarà facile.

Posavec, grandi parate a Napoli ma resta il neo della papera che ha negato la prima gioia a Diego Lopez.

Può rifarsi contro il Crotone.

Un altro ragazzo con una grande voglia di rifarsi è Donnarumma.

Ultimamente un po’ sottotono, vorrà riscattarsi contro la Sampdoria di un Muriel indiavolato.

Questo momento buio non cancella quanto di buono ha fatto l’enfant prodige rossonero in questa stagione.




DIFENSORI

Questa è una giornata particolare dove scegliere i difensori giusti da schierare.

Il derby d’Italia e Roma-Fiorentina rendono complicata la scelta ma cercheremo di sbrogliarvi la matassa.

La difesa bianconera, allo Juventus Stadium, è un autentico muro difficile da sormontare.

Chi si esalta in questa gara importante è Bonucci: l’anno scorso lasciò il segno con una prestazione fenomenale e con un gol generosamente regalato da D’Ambrosio. 

La possibilità che possa ripetere una prestazione simile è alta.

L’Inter dovrà chiudere a doppia mandata la sua retroguardia dopo il match shock di Coppa Italia contro la Lazio.

La titolarità di Ansaldi e Murillo è in bilico con Medel che potrebbe essere il partner difensivo di Miranda mentre Nagatomo insidia il terzino ex Genoa.

Manolas si o no?

Per ora, è un “ni”.

Spalletti sta pensando di confermare Vermaelen nonostante la pessima prova di Genova.

Un’altra panchina sarebbe un duro colpo per il difensore greco che sta già meditando l’addio.

La Fiorentina è ancora orfana di Gonzalo Rodriguez ma non di Astori per fortuna.

Quest’ultimo ha scontato la squalifica nella partita di recupero contro il Pescara.

Paulo Sousa ha il dubbio su chi sarà il terzo difensore ad affiancare Astori e Sanchez.

Ballottaggio tra De Maio e Tomovic.

Torna il gigante nero a Napoli.

Il Senegal eliminato in Coppa Africa ha riportato Koulibaly in terra partenopea e Sarri non vedeva l’ora che ritornasse.

Tonelli e Maksimovic hanno provato a non far sentire la sua mancanza, forse l’ex Empoli ci era riuscito però il colosso senegalese è tutta un’altra storia.

Milan alle prese con infortuni pesanti.

Montella perde in un sol colpo due elementi della fascia sinistra per un mese: De Sciglio e Antonelli.

Un’autentica mazzata per i rossoneri che dovranno gettare nella mischia Vangioni, utilizzato col contagocce in questo campionato.

De Vrij rischia di saltare la trasferta di Pescara per un affaticamento muscolare mentre Basta deve fare i conti con Patric che, con Inzaghi, sta crescendo in maniera vistosa.

Atalanta e Cagliari con alcuni nodi da sciogliere.

Gasperini è orientato a schierare Toloi e Masiello ma c’è Zukanovic che scalpita.

Tra le file sarde, a scalpitare è Miangue che ha fatto vedere qualcosa di buono contro il Bologna.

Rischio panchina per Murru.

Torino senza Zappacosta e forse Rossettini, uscito acciaccato nella scorsa partita.

Mihajlovic potrà contare su Castan che ha smaltito l’infortunio.

KO Felipe in allenamento per l’Udinese.

In forte dubbio la sua presenza contro il Chievo.

In preallarme Herthaux.

La medicina Diego Lopez ha funzionato alla grande al Palermo contro il Napoli.

Chi ne ha giovato di più è stato Rispoli che, al San Paolo, ha fatto una prova maiuscola condita con un assist.

Un Crotone galvanizzato dalla vittoria contro l’Empoli non spaventerà Rispoli e la difesa siciliana nonostante le squalifiche pesanti di GoldanigaGonzalez.

CENTROCAMPISTI-TREQUARTISTI

Bonaventura termina in anticipo il campionato a causa di una lesione al tendine.

Udine disgraziata per il Milan che, oltre alla cocente sconfitta, subisce quest’altra batosta.

Ci sarà il debutto dal primo minuto per Deulofeu anche se non è da escludere la candidatura di Ocampos.

Montella vuole fare tabula rasa a centrocampo.

Salgono le quotazioni di Bertolacci e Sosa, scendono quelle di Pasalic e Locatelli.

Per Perotti è la Coppa Italia ad essere disgraziata.

La speranza di vederlo scendere in campo contro la Fiorentina è appesa a un filo mentre le chance di un El Shaarawi nell’undici titolare sono enormi.

Brucia ancora il 3-2 contro la Sampdoria per Spalletti che dovrà rialzare la testa non solo affidandosi a Nainggolan e Dzeko ma anche sull’apporto di Strootman, essenziale per il gioco della squadra giallorossa.

La Juventus gira a meraviglia con il nuovo modulo ed è chiara la conferma del 4-2-3-1 contro l’Inter reduce dall’eliminazione in Coppa Italia.

I nerazzurri non vogliono fare la parte della vittima sacrificale con Pioli che punterà tutto sulla spavalderia del giovane Gagliardini che martedì, contro la Lazio, è mancata.

Verso la panchina Banega con Joao Mario dal 1° minuto.

La Lazio ha cancellato la prova opaca e sfortunata contro il Chievo con Felipe Anderson che si è rivelato l’uomo della provvidenza.

Sta diventando sempre più prezioso per il club biancoceleste guidato da Inzaghi, manca solo il gol al brasiliano per affermare la sua leadership.

A Pescara, può colpire.

Juric attende il risveglio di Laxalt.

Dov’è finito il giocatore visto nella prima parte di campionato?

Di quell’esterno tanto lucido e brillante se ne sono perse le tracce.

Ora fa lo zombie in campo, praticamente irriconoscibile.

Il Sassuolo potrebbe riportare in vita quel talento sfavillante però i neroverdi sperano di vedere un’altra prova incolore dell’uruguagio.

L’infortunio di Obi riapre le porte a Baselli.

Stanco di partire dalla panchina, l’acciacco del centrocampista nigeriano può essere un’occasione per il numero 8 granata di riconquistare la fiducia di Mihajlovic, ora ai minimi storici.

I tifosi bergamaschi riabbracceranno Kessiè.

In mezz’ora di partita contro il Torino, abbiamo avuto la dimostrazione di come sia fondamentale l’ivoriano nello scacchiere di Gasperini.

Non ha segnato, non ha fatto assist ma aveva il centrocampo in pugno, il padrone assoluto della mediana.

Aspettiamo un suo acuto offensivo.

Nel Bologna si rivedono titolari Verdi e Pulgar.

Il cileno prenderà il posto di Viviani squalificato mentre nel Napoli, Allan scivola in panchina dopo la brutta prova contro il Palermo.

Ci sarà Zielinski.

Sembra ancora lontano il recupero di Castro per il Chievo mentre nel Palermo sgomita Diamanti per conquistare un posto da titolare.

Lopez è più orientato ad inserire il giovane Embalo contro il Crotone.




ATTACCANTI

Kalinic tiene in ansia la Fiorentina.

Il ginocchio dell’attaccante croato fa le bizze e rischia di saltare la sfida con Dzeko.

Non salterà la battaglia epica tra Higuain e Icardi.

All’andata ha vinto il numero 9 nerazzurro confermandosi la bestia nera della Juventus.

Il Pipita non vede l’ora di rispondere al suo connazionale per rendere felice il popolo bianconero.

Si preannunciano fuoco e fiamme.

Il Milan ha bisogno dell’aiuto di Bacca per non affondare nelle sabbie mobili.

L’incantesimo Supercoppa sta svanendo e prima ci si sveglia, meglio è.

Magari con i gol dell’attaccante colombiano.

Intanto i rossoneri pensano anche ai gol del futuro, quelli del “Cholito” Simeone.

Galliani strappa un opzione per l’attaccante argentino, Preziosi smentisce categoricamente.

Il presidente genoano vuole tenersi stretto il suo gioiellino che nella scorsa giornata ha salvato il Genoa da una sconfitta certa.

L’ex tandem d’attacco del Toro, Belotti e Immobile, possono fare la differenza in questa giornata.

La punta biancoceleste ha l’occasione di colpire la povera difesa pescarese mentre è più difficile la partita del numero 9 granata ad Empoli.

Ultimamente, la squadra toscana si sta dimostrando una squadra solida al “Castellani” ma il “gallo” vorrà togliere tutte le certezze difensive della squadra di Martusciello.

Finalmente Nestorovski!

San Gennaro avrà voltato un attimo le spalle al Napoli concedendo al macedone il gol che mancava da ottobre.

Per la salvezza, ci vorrà un autentico miracolo però nel calcio, niente è impossibile.

I tifosi napoletani pregano il loro patrono sperando nella convocazione di Milik contro il Bologna.

Accarezzata la giornata precedente, forse questa sarà la volta buona dove rivedremo la punta polacca dopo 4 mesi di assenza.

Petagna e Borriello sono a caccia di conferme.

Entrambi sono stati decisivi nello scorso turno dove i loro gol hanno evitato un risultato negativo.

Aiutare la propria squadra a raggiungere un pareggio insperato è bello, adesso vogliono bucare la porta per conquistare i 3 punti.

Chi la spunterà?

Vedremo.