CONSIGLI FANTACALCIO: Venticinquesima Giornata di Serie A

PORTIERI

 

 

  • CORDAZ: la certezza del Crotone dovrà faticare più del solito per bloccare sul nascere le sortite offensive di un Benevento il quale non ha più niente da perdere.
    Schieratelo che vi può portare un voto interessante in chiave modificatore di difesa.

 

  • REINA: la Spal vista contro il Milan non spaventa il portiere partenopeo anzi lo rilassa.
    Potrebbe passare una domenica pomeriggio mantenendo in scioltezza la porta inviolata.

 

  • STRAKOSHA: il Verona non verrà a Roma a fare una gita di piacere.
    La classifica alquanto deficitaria porterà i ragazzi di Pecchia a dare il massimo contro un avversario reduce da 3 sconfitte consecutive.
    Una bella gatta da pelare per il portiere albanese ma questa può essere la partita dove potrà mostrare la sua crescita esponenziale.

 

  • SORRENTINO: in un Chievo imbambolato e confusionario, l’estremo difensore sta provando a tenere a galla i clivensi con le sue parate.
    Ci stava riuscendo contro il Genoa ma su Laxalt non poteva fare nulla.
    Sarà la volta buona che lascerà la porta inviolata?
    Vogliamo essere fiduciosi. 
     

 

 

DIFENSORI

 

 

  • MANOLAS: fin troppo distratto contro il Benevento.
    Non era il solito Manolas e aspettiamo quello affidabile in quel di Udine.
    Magari portando un bonus come ha fatto il suo compagno di reparto Fazio nel turno precedente.

 

  • CACERES: è in ballottaggio con Bastos e Wallace ma è l’elemento che può portare maggiori insidie al Verona, squadra che il terzino uruguagio conosce a menadito.

 

  • ALBIOL: sarà un rientro soft per il centrale spagnolo dopo un paio di settimane travagliate.
    La Spal proverà a fare la sua gara ma al San Paolo non sarà per niente semplice.

 

  • CACCIATORE: il gesto delle manette ce lo ha privato per 2 giornate.
    E’ giunto il momento di schierarlo. Sarà l’eroe che salverà il Chievo?
    Staremo a vedere.

 

 

CENTROCAMPISTI/TREQUARTISTI

 

 

  • DZEMAILI: il centrocampista svizzero ha le chiavi per aprire la difesa neroverde in netta ripresa.
    Guai a lasciargli un po’ di spazio perché può scagliare i suoi tiri potenti e precisi, imparabili per qualunque portiere. 

 

  • VERETOUT: in evidenza contro la Juventus.
    Era pronto a calciare il rigore ma il Var gli  ha negato la possibilità.
    Può tirare un brutto scherzetto all’Atalanta proprio sul dischetto oppure su punizione.

 

  • BIGLIA: i tifosi rossoneri e i fantallenatori i quali hanno voluto scommettere su di lui stanno finalmente ammirando quel giocatore che alla Lazio faceva faville.
    Merito del lavoro sapiente di Gattuso che sta rigenerando una squadra che sembrava morta.

 

  • LUIS ALBERTO: ultimamente sottotono.
    A Napoli lo si è notato solo per la capigliatura biondo platino.
    Il suo talento sta uscendo a sprazzi e non è questo il calciatore che ci estasiava fino a qualche settimana fa.
    Attendiamo una reazione dalla Lazio e dal suo gioiello iberico.

 

  • GUILHERME: è un giocatore dalle mille risorse.
    Da solo, ha messo a soqquadro la retroguardia giallorossa.
    Contro il Crotone, può risultare decisivo riportando così un po’ d’entusiasmo.
    Se il Benevento lo avesse acquistato prima…

 

 

ATTACCANTI

 

 

  • IMMOBILE: la versione assistman piace ma senza i gol, il gioco non regge la candela.
    Se vuole conquistare la classifica capocannonieri, bisogna tornare a segnare altrimenti i fantallenatori si arrabbiano.

 

  • HIGUAIN: sta segnando con maggiore continuità e anche in Champions ha colpito (traversa inclusa).
    I granata rischiano di trovare un Pipita furioso e li ha già messi ko in passato.
    Se avete difensori del Torino, evitateli!

 

  • DESTRO: si presenta l’occasione per far ricredere Donadoni che ormai ha perso le speranze con l’attaccante emiliano.
    Palacio gli ha lanciato un salvagente con la squalifica: lo prenderà al volo oppure affonderà negli abissi della panchina?

 

  • CUTRONE: bisogna battere il ferro finché è caldo.
    Gattuso lo sa benissimo e continuerà a dare fiducia al giovane bomber rossonero.
    E’ stato implacabile a Ferrara, può rifarsi con un avversario di caratura superiore come la Sampdoria.