CONSIGLI FANTACALCIO: Trentottesima Giornata di Serie A

PORTIERI

 

  • BUFFON:  la partita contro il Verona sarà l’ultima con la Juventus.
    Festeggerà il settimo scudetto di fila e saluterà i tifosi bianconeri che lo hanno sempre sostenuto.
    Schieratelo! Potrebbe ottenere un voto super

 

  • CRAGNO: l’Atalanta non verrà in Sardegna per passare un week-end al mare.
    Gli orobici credono ancora al sesto posto e daranno tanto filo da torcere ad un Cagliari che ha una salvezza ancora da conquistare.
    Cragno sarà determinante e renderà la vita difficile a Gomez&Co.

 

  • SORRENTINOA Bologna, ha salvato il Chievo in tutti i sensi.
    Contro il Benevento, dovrà solo mantenere alta la concentrazione per stoppare gli attacchi del Benevento
    ed esultare per l’ennesima salvezza conquistata col sudore della fronte.

 

  • GOMIS: ha fatto più il primo portiere che il secondo di Meret.
    La sua stagione è stata brillante nonostante qualche sbavatura.
    La Sampdoria dovrebbe lasciarlo in pace. 

 

DIFENSORI

 

  • BONUCCI: una stagione double-face per il centrale rossonero.
    La prima parte orribile è stata cancellata da un girone di ritorno convincente e dalla grande affidabilità.
    La Fiorentina ha quei giocatori che possono distrarre Bonucci in qualunque momento ma sa come disinnescarli.

 

  • DANILO: sta per terminare una stagione dove l’esperto centrale brasiliano ha dovuto faticare più del previsto per farsi rispettare.
    La retroguardia friulana faceva acqua da tutte le parti ma Tudor è riuscito a mettere qualche cerotto in tempo grazie all’ausilio di Danilo.
    Basterà poco per neutralizzare un Bologna già in clima vacanziero.

 

  • KOLAROV: Prima di concentrarsi solo ed esclusivamente ai Mondiali con la sua Serbia, vorrà concludere il suo primo campionato in giallorosso nel migliore dei modi.
    Può regalare bonus pesanti ai fantallenatori che hanno fatto “bingo” acquistandolo.
     

 

  • MARTELLA: il Napoli non lo spaventa affatto.
    Già contro la Lazio, ha mostrato i muscoli e dei piedi piuttosto educati.
    E’ pronto a pennellare cross per Simy e Trotta. 

 

CENTROCAMPISTI-TREQUARTISTI

 

  • BARELLA: dovrà gettare il cuore oltre l’ostacolo per raggiungere una salvezza che sembrava insperata prima del match contro la Fiorentina.
    Questa potrebbe la sua ultima gara con il Cagliari e vorrà salutare i suoi tifosi esultando e non piangendo.

 

  • CASTROha mostrato il suo talento nel posto giusto e al momento giusto.
    Le parole al miele di D’Anna sono servite per ringalluzzire l’argentino dall’andamento altalenante per via degli infortuni.
    Un suo gol può chiudere il discorso salvezza.

 

  • CALHANOGLU: alla fine, siamo riusciti ad ammirare il genio turco dopo un inizio balbettante.
    Il Milan 2018/19 partirà da lui e sarà un punto fermo dello scacchiere di Gattuso.
    Prima, però, c’è da battere la Fiorentina per mantenere il sesto posto. Caro Calhanoglu, servi ancora.
     

 

  • DOUGLAS COSTA: una macchina da assist!
    La Juventus ha trovato un tesoro nell’esterno brasiliano, un calciatore dalle mille risorse e dalla tecnica sopraffina.
    Attenzione: non ha ancora finito di distribuire bonus.

 

ATTACCANTI

 

  • ICARDI VS IMMOBILE: siamo giunti alla resa dei conti!
    Icardi c’è e Immobile sta accelerando per esserci domenica all’Olimpico.
    Si prevede una sfida infuocata a suon di gol con i 2 bomber protagonisti.
    Preparate patatine e pop corn.

 

  • ANTENUCCI: giocherà col coltello tra i denti per il bene della Spal.
    La retroguardia blucerchiata troverà un Antenucci indemoniato, pronto a vendere cara la palle.
    Sarà il salvatore del club spallino? Lo scopriremo domenica.

 

  • PAVOLETTI: chiamatelo “testina d’oro”.
    9 gol su 11 li ha siglati usando la testa ma, contro l’Atalanta, dovrà segnare con qualunque parte del corpo pur di allontanare il Cagliari dalla zona retrocessione. 

 

  • SIMY: si è rivelato un Falcinelli più abbronzato in questa parte finale della stagione.
    La montagna “salvezza” presenta ancora qualche insidia ma lo scalatore Simy non vuole assolutamente mollare.