CONSIGLI FANTACALCIO: Trentesima Giornata di Serie A

PORTIERI

 

 

  • HANDANOVIC: come l’Inter, anche il portiere sloveno ha ritrovato un momento di serenità.
    La gara di Genova ha rimesso in sesto una squadra che sembrava allo sbando e ora si attende la conferma contro il Verona. 

    Gli scaligeri proveranno a dargli filo da torcere ma sarà difficile scalfirlo.

 

  • STRAKOSHA: un Benevento ormai prossimo alla retrocessione può sembrare un avversario facile, alla portata per questa Lazio però guai a sottovalutarlo.
    L’estremo difensore biancoceleste lo sa benissimo e non si farà cogliere impreparato.

 

  • SPORTIELLO: è chiamato a compiere un finale di stagione esaltante.
    Il suo posto da titolare è in bilico e servirà uno Sportiello formato maxi per mantenere ben saldo il posto.
    Contro il Crotone, comincerà la sua scalata verso la riconferma spazzando via il fantasma Dragowski.

 

  • PERINuna Spal gasata dal pareggio contro la Juventus, metterà a dura prova il portiere genoano.
    Perin, spesso, si esalta in queste gare e lascerà sicuramente il segno. 

 

DIFENSORI

 

 

  • CANCELO: non è sbocciato subito l’amore con i colori nerazzurri.
    E’ diventato travolgente col passar delle giornate culminando nella partita contro la Sampdoria dove l’esterno portoghese è stato superlativo.
    Forse l’Inter ha trovato un giocatore coi fiocchi ma, prima di dirlo, ci vuole un’altra prova eccellente.
    Il Verona di Pecchia sarà un banco di prova interessante. 

 

  • DE VRIJ: sta suonando le ultime note biancocelesti.
    Il difensore orange vuole lasciare un ricordo indelebile per poi sgattaiolare, a giugno, dalla porta secondaria verso la Milano nerazzurra.
    C’è un Europa League da chiudere in bellezza e una qualificazione in Champions League da raggiungere.
    De Vrij darà sicuramente il massimo per il bene della Lazio. 

 

  • SPOLLI: il classico centrale tanto sgraziato ma tanto efficace.
    Tutto muscoli e forza fisica il quale spaventa sia gli attaccanti di primo pelo che quelli esperti.
    La Spal ha le sue volpi d’area pronte a colpire però dovranno prima superare il solido muro argentino.

 

  • PALOMINO: la riserva diventata un titolare fisso.
    I continui infortuni di Caldara hanno messo in luce l’affidabilità e l’esperienza del centrale argentino formando una difesa solida con i soliti noti Toloi e Masiello.
    Gasperini ha trovato un tesoro e lo sfoggerà nuovamente contro l’Udinese.

 

 

CENTROCAMPISTI-TREQUARTISTI

 

 

  • ZIELINSKI: il fantasma Hamsik aleggia ancora ed è pronto, da un momento all’altro, a relegarlo in panchina.
    Il capitano azzurro proverà a recuperare ma sa che con Zielinski può dormire sonni tranquilli.
    Anche con il nazionale polacco, il Napoli può avere la meglio del Sassuolo.

 

  • RAFINHA: pare che l’apprendistato sia finito per il centrocampista cresciuto nella florida cantera blaugrana.
    Spalletti ha scoperto il talento di Rafinha che era nascosto dalle precarie condizioni fisiche.
    Avrà finalmente i 90 minuti nella gambe e sarà molto utile il suo apporto nel doppio impegno ravvicinato contro Verona e Milan.

 

  • MILINKOVIC-SAVIC: voleva giocare sia in Europa League che in campionato contro il Bologna ma Inzaghi ha detto “no”.
    Dimostra un notevole attaccamento alla maglia oltre ad un talento smisurato che lo porta ad essere decisivo anche giocando con una gamba sola.
    Il Benevento potrebbe assaggiare la sua ira funesta dopo un periodo non proprio fortunato.

 

  • CASTRO: a mali estremi, estremi rimedi.
    Per rigenerarlo, Maran lo impiegherà nel ruolo inedito dell’esterno destro nel 4-4-2.
    Una postazione insolita ma interessante, l’ideale per recare qualche danno alla fragile difesa blucerchiata.

 

 

ATTACCANTI

 

 

  • ICARDI: 4 squilli di tromba al “Marassi” e al San Siro può bastare un assolo di chitarra per ipnotizzare la difesa scaligera.
    Maurito non vuole smettere di segnare perchè c’è il trono della classifica capocannonieri da conquistare.

 

  • DYBALA: Sampaoli lo ha etichettato come “non adatto” ai suoi schemi.
    Forse se ne starà pentendo dopo la batosta in terra di Spagna,
    intanto Allegri si godrà un Dybala fresco e riposato pronto a colpire il cuore del Milan di Gattuso.

 

  • BELOTTI: abbiamo sentito il “tic”, ora aspettiamo il “tac”.
    Si intravedono segnali di ripresa per il Gallo nonostante il momento negativo del Torino.
    A Cagliari, i fantallenatori attendono il suo definitivo risveglio e non la solita illusione.

 

  • INGLESE: il gol segnato contro il Milan è stato un calcio a tutti i guai fisici che hanno condizionato la sua buona stagione e quella del Chievo il quale è sprofondato nei bassifondi della classifica.
    I clivensi hanno bisogno di un eroe per risalire la china, il suo nome è Inglese. Schieratelo!