CONSIGLI FANTACALCIO: Trentaquattresima Giornata di Serie A

PORTIERI

 

  • PERIN: un Verona disperato arriverà a Genova a vendere cara la pelle.
    Per avere la meglio dei grifoni, dovrà superare l’ostacolo Perin.
    Il portiere genoano si rivelerà un osso duro.

 

  • DONNARUMMA: un Benevento quasi condannato è l’avversario ideale per il portiere rossonero reduce da partite piuttosto complicate.
    Non dovrebbe correre grossi rischi salvo il ruggito di Diabatè.

 

  • CRAGNO: ha fatto lo spettatore non pagante nel turno precedente ma contro il Bologna cambierà sicuramente registro.
    Le sue parate possono decidere la salvezza del club sardo.

 

  • BIZZARRI VS CORDAZ: scontro interessante tra 2 portieri che daranno spettacolo alla Dacia Arena.
    Simy e Lasagna dovranno faticare più del previsto per superarli,
    specialmente l’estremo difensore pitagorico che ha chiuso la porta a Higuain recentemente.

 

DIFENSORI

 

  • CACERES: il lupo perde il pelo ma non il vizio.
    E’ tornato ad essere letale sui corner grazie anche ai palloni telecomandati da Luis Alberto che mancherà contro la Sampdoria.
    Con molta probabilità, Inzaghi continuerà a puntare sul nazionale uruguagio il quale non ha fatto rimpiangere lo squalificato Radu.

 

  • MANOLAS: superato l’acciacco fisico, dovrà fermare una Spal che darà tanto filo da torcere alla retroguardia giallorossa.
    La Roma ha bisogno della muraglia greca per non perdere il treno Champions.

 

  • RODRIGUEZ: ha la grande opportunità di riconquistarsi il pubblico rossonero con una prestazione convincente contro l’ultima della classe.
    Il terzino svizzero vorrà concludere dignitosamente una prima stagione in Italia non proprio esaltante.

 

  • MILENKOVIC: la squalifica di Pezzella lo riporta al centro della difesa.
    E’ una delle sorprese della stagione viola, un difensore duttile che sta crescendo col passar delle giornate.
    Schieratelo! Specialmente in chiave modificatore di difesa.

 

CENTROCAMPISTI-TREQUARTISTI

 

  • SUSO: ultimamente irriconoscibile, urge una scossa che risvegli il talento iberico.
    Gattuso dovrà caricarlo al massimo perchè la qualificazione in Europa League non è ancora certa.
    Serve come il pane il suo immenso talento.

 

  • BARELLA: si è sentita tremendamente la sua mancanza contro l’Inter.
    Tornerà, insieme a Cigarini, a  rimettere ordine alla mediana sarda e a trascinarla verso la salvezza.
    Il Bologna farà una fatica estrema a fermarlo.

 

  • BROZOVIC: stiamo vedendo un Brozovic finalmente maturo e che non si comporta più da bambino viziato.
    Forse il Mondiale che si avvicina lo sta responsabilizzando, intanto Spalletti e i fantallenatori si godono un centrocampista completo dal piedino fatato.

 

  • FELIPE ANDERSON: Inzaghi non ha esitato a schierarlo dopo l’espulsione di Murgia e ha avuto ragione.
    Gara eccellente del brasiliano il quale ha suonato la carica nel momento più critico.
    Non ci sarà Luis Alberto? No problem!
     Felipao sistema tutto!

 

ATTACCANTI

 

  • HIGUAIN: il guastafeste del Napoli.
    Quando vede la sua ex squadra, diventa un cecchino infallibile.
    Domenica vorrà chiudere il discorso e portare, per la settima volta consecutiva, lo scudetto a Torino.

 

  • GOMEZ: a Benevento, ha mostrato quei lampi di classe che l’anno scorso distribuiva a quantità industriali.
    Forse assisteremo ad un finale di stagione esaltante del Papu.
     

 

  • PANDEV: anche nell’anonimato generale, fa la differenza sfornando un assist fulmineo per Lapadula che ha superato il muro Alisson.
    Per l’attaccante macedone, è ora di passare da un bonus ad un altro, ovvero al +3. 

 

  • CUTRONE: la difesa sannita potrebbe vivere un nuovo incubo con il numero 63 rossonero protagonista.
    Bocciato Kalinic, sarà Cutrone a scendere in campo e non vedrà l’ora di seminare il panico su quel che resta di un Benevento vicino alla B.