CONSIGLI FANTACALCIO: Settima giornata

PORTIERI

  • REINA: il bello nella notte di Champions contro il Feyenoord.
    Respinge il rigore calciato da Toornstra dimostrando di non essere alla frutta e che ha ancora tanto da dare al Napoli.
    Non ci stupiremmo se si ripetesse contro il Cagliari.

 

  • HANDANOVICse la difesa dell’Inter ha subito solo 2 reti, è anche merito di Handanovic il quale ha alzato il muro nei momenti complicati per la retroguardia interista.
    Un Benevento in crisi e spuntato in attacco può rivelarsi un avversario alla portata per il portiere sloveno.

 

  • STRAKOSHAl’estremo difensore albanese sta diventando, sempre di più, una certezza.
    A Verona ha compiuto parate provvidenziali che hanno mantenuto la porta biancoceleste inviolata.
    Anche in Europa League ha mostrato grande sicurezza e non teme un Sassuolo il quale arriverà all’Olimpico affamato di punti.

 

  • SIRIGU4 gol subiti nel derby della Mole sono pesanti da digerire ma uscire tra gli applausi non è da tutti.
    L’ex numero uno del PSG e del Siviglia sta attraversando un ottimo momento di forma e al povero Hellas Verona toccherà faticare tanto per impensierirlo.
    Il ritorno in Italia ha fatto bene.
     

 

DIFENSORI

  • LYANCO: sarà rimasto travolto dall’uragano bianconero ma è stato l’ultimo a mollare.
    Lyanco si sta rivelando un difensore dal fisico possente e difficile da superare quando è in giornata.
    Togliere il posto ad un punto fermo della difesa come Moretti vuol dire che stai svolgendo un lavoro praticamente perfetto.
    Mihajlovic se n’è accorto e adesso non ne può più fare a meno del centrale brasiliano.

 

  • LICHTSTEINERlo stadio di Bergamo ha sempre lasciato bei ricordi all’esterno bianconero.
    All’Atleti Azzurri d’Italia lascia costantemente il segno, un gol o assist riesce comunque a farsi notare e a sbigottire il pubblico orobico.
    Caldara&Co. dovrà tenerlo d’occhio.

 

  • SILVESTRE: il difensore argentino della Sampdoria sta vivendo un momento magico.
    Contro il Milan ha offerto una prova impeccabile annullando un Kalinic mai entrato in partita.
    Gli attaccanti dell’Udinese tremano al sol pensiero di avere a che fare con lui.

 

  • MIRANDA: per il centrale nerazzurro può rivelarsi una trasferta tranquilla quella di Benevento.
    Con la giusta concentrazione, non concederà grosse opportunità agli attaccanti sanniti.
    Occhio che può colpire su calcio d’angolo.
     

 

CENTROCAMPISTI/TREQUARTISTI

  • NAINGGOLANl’avversario è duro da affrontare e abbastanza arrabbiato dopo la batosta blucerchiata ma lo stadio San Siro esalta il centrocampista belga il quale ha sempre fornito prestazioni vicine alla perfezione.
    Il centrocampo rossonero dovrà mordergli le caviglie per fermarlo.

 

  • JANKTOnel tetro pomeriggio romano per i friulani, Jankto è la note lieta.
    Encomiabile in fase difensiva, pericoloso in avanti dove ha provato ad impensierire Alisson ma con scarsi risultati.
    Forse Puggioni (o Viviano) sarà più clemente.

 

  • PERISIC: i suoi scatti, le sue sgroppate possono tagliare in due la povera retroguardia beneventana ormai terreno di conquista per qualunque reparto d’attacco.
    Potrà esprimere tutto il suo potenziale con l’esterno offensivo croato il quale sarà felice come un bambino in un negozio di dolciumi.

 

  • CHIESA: cancellare Bernardeschi dalle menti dei tifosi viola: lo stai facendo nel modo giusto!
    Gol di pregevole fattura e prove di una generosità estrema hanno portato Chiesa ad essere il nuovo idolo del “Franchi”.
    Il Chievo è un avversario ostico ma per il trottolino gigliato non esiste una gara difficile.

 

ATTACCANTI

  • NIANG: Mihajlovic attende con impazienza il canto del cigno nero.
    Uno degli acquisti più importanti della società granata deve ancora ingranare, gioca come se avesse il freno a mano tirato.
    La difesa del Verona potrebbe sbloccarlo definitivamente.

 

  • ICARDIla difesa più perforata del campionato può riportare il sorriso all’attaccante argentino, ora spento dopo la partita opaca contro il Genoa.
    Al “Vigorito” potrebbe scatenarsi la furia argentina.

 

  • IMMOBILEimplacabile, nemmeno con le cannonate riescono a fermarlo.
    I 12 gol in stagione, 8 in campionato, lo hanno portato ad essere l’attaccante più in forma insieme allo straripante Dybala.
    Il Sassuolo dovrà alzare un muro importante per respingere i suoi attacchi.

 

  • BORRIELLOmomento un po’ sottotono per la punta spallina il quale sta faticando a trascinare il club ferrarese fuori dalla zona retrocessione.
    Contro il Crotone, può riaccendersi quel fuoco ardente che ha acceso il “Sant’Elia” di Cagliari nella passata stagione.