CONSIGLI FANTACALCIO: Quinta giornata

PORTIERI

  • HANDANOVICil portiere sloveno è stato provvidenziale a Crotone salvando la faccia all’Inter che stava per cadere nuovamente allo “Scida”.
    Al “Dall’Ara”, le sue parate serviranno ancora per mantenere lo score dei gol subiti immacolato.

 

  • ALISSONquasi inoperoso contro il Verona, a Benevento potrebbe recitare lo stesso copione salvo reazione d’orgoglio di un Benevento il quale sta ancora cercando Mertens & Co.

 

  • BERISHAsarà fresco come una rosa l’estremo difensore albanese dopo aver riposato  contro il Chievo.
    Il Crotone 
     può rivelarsi un avversario morbido vista l’imprecisione sottoporta degli attaccanti pitagorici.

 

  • CRAGNOpare che il Cagliari abbia trovato un portiere affidabile.
    L’esperienza in B col Benevento ha giovato al giovane Cragno il quale è diventato il numero 1 dei sardi a discapito dell’infortunato Rafael.
    Nonostante la probabile assenza di Berardi, il Sassuolo cercherà di colpirlo ma potrebbe sbattere contro un muro di gomma.

 

DIFENSORI

  • STRINICGiampaolo ha subito dato fiducia all’esterno croato e lo ha ripagato con un assist d’oro a Quagliarella.
    Può continuare a sfornare passaggi decisivi come se non ci fosse un domani vista la retroguardia scaligera non esattamente ermetica.

 

  • MUSACCHIOforse è stato l’acquisto meno pubblicizzato rispetto ai vari Kessiè, Bonucci, Calhanoglu, Andrè Silva ma è quello che, nel suo piccolo, sta contribuendo in maniera significativa a riportare il Milan in alto.
    Difensore affidabile e che dà garanzie ad un reparto delicato (Romagnoli docet).

 

  • KOLAROVha la possibilità di ridicolizzare la povera retroguardia sannita, uscita distrutta in quel di Napoli.
    Difficilmente sarà clemente il terzino serbo e continuerà a marciare senza sosta per il bene della Roma.

 

  • MASIELLO: è in grande forma il difensore orobico.
    Il gol in Europa League e la prestazione eccellente di Verona sono la dimostrazione dell’ottimo momento che sta passando Masiello.
    Se dovesse segnare contro il Crotone, non ci stupiremmo affatto.

 

CENTROCAMPISTI/TREQUARTISTI

  • RAMIREZ:  sembra essere rinato il trequartista uruguagio sotto la cura Giampaolo.
    In ogni gara, c’è sempre il suo zampino ma manca ancora la prima rete in stagione.
    Potrebbe arrivare a Verona.

 

  • PERISIC: segna quasi quanto un attaccante.
    Il corposo rinnovo ha rimesso in carreggiata un giocatore che sembrava un separato in casa.
    Con il gioco di Spalletti, Perisic può soltanto che migliorare.

 

  • BARELLA: nella passata stagione, s’è intravisto qualcosa del suo talento.
    Adesso Rastelli si sta godendo appieno il gioiellino, prodotto della primavera sarda.
    A Ferrara, ha segnato la sua prima rete in Serie A dimostrando di essere abile anche negli inserimenti offensivi.
    Gran bella notizia per i fantallenatori i quali lo avranno preso per un misero credito. 

 

  • CASTROpuò essere la partita dove accende la lampadina e decide la gara.
    E’ fatto così Castro, può sonnecchiare per un tempo o per un’ora di gioco per poi svegliarsi  e diventare devastante.
    Sarà lui a dare il colpo di grazia ad un Juric moribondo?

 

ATTACCANTI

  • ICARDI:  Allo “Scida” di Crotone ha ciccato clamorosamente.
    Chi si aspettava un gol da Maurito, è rimasto deluso.
    Per rifarsi, dovrà fare una doppietta. La difesa del Bologna è avvisata.

 

  • GOMEZ: l’Atalanta non può assolutamente fare a meno di lui.
    Per quasi un’ora, Gasperini lo ha lasciato in panchina e si è pentito di ciò che ha fatto.
    Non ripeterà lo stesso errore nella gara di domani sera, il tecnico orobico dovrà solo decidere il suo partner d’attacco.

 

  • HIGUAIN: nel “Dybala Day”, il Pipita ha fatto la semplice comparsa anziché recitare il ruolo da protagonista.
    Tra sfortuna e imprecisione, è mancato la sua zampata vincente Reggio Emilia.
    Contro la Fiorentina, Dybala dovrà farsi da parte e lasciare qualche gol anche al suo compagno di reparto.

 

  • DUVAN ZAPATA: pronti, VIA!
    E dopo un minuto, arriva il primo sigillo del colombiano con la maglia blucerchiata.
    In pochi, si sarebbero aspettati una partenza del genere e questo è solo l’inizio.

 

  • PELLEGRImenzione particolare per il piccolo prodigio genoano che ha superato il record di Piola che durava da ben 86 anni come il calciatore più giovane ad aver realizzato una doppietta (16 anni e 6 mesi).
    Questo ragazzo è destinato ad abbattere altri record più importanti.