CONSIGLI FANTACALCIO: Quarta Giornata di Serie A

PORTIERI

 

  • MARCHETTI: desidera riscattarsi dopo la catastrofica prova di Reggio Emilia.
    Ballardini è tentato di giocarsi la carta Radu ma attende un ruggito dall’ex Lazio.
    Il Bologna potrebbe prolungare il suo digiuno di gol.

 

  • OLSEN: la lingua sta rappresentando un grosso problema per l’estremo difensore svedese ma sta crescendo il feeling con la retroguardia giallorossa.
    Ci vuole solo un po’ di pazienza per ammirare quel portiere che si è comportato egregiamente durante i Mondiali in Russia.

 

  • AUDERO: portiere di grande prospettiva che si è affacciato alla Serie A dopo l’anno di gavetta in B a Venezia.
    Giampaolo gli ha dato subito fiducia e aspetta la sua esplosione che può avvenire a Frosinone.

 

  • STRAKOSHA: la trasferta di Empoli può nascondere parecchie insidie.
    Non sarà una passeggiata di salute per Strakosha che avrà il compito di demoralizzare Caputo con parate stratosferiche (vedi quella su Cristiano Ronaldo)

 

DIFENSORI

 

  • ACERBI: manca ancora qualcosa per fare breccia ai tifosi della Lazio e ai fantallenatori, un gol per spazzare via ogni dubbio.
    L’Empoli potrebbe togliergli questa soddisfazione e l’ex Sassuolo è uno specialista nei colpi di testa.

 

  • KOULIBALY: stiamo assistendo ad un Koulibaly sbiadito.
    Il colosso senegalese fatica ad ingranare quest’anno, forse deve ancora trovare il giusto feeling con gli schemi difensivi di Ancelotti.
    La sosta sarà servita per rimettere in sesto il muro d’ebano del Napoli? Siamo fiduciosi.

 

  • TONELLI: l’aria di Genova ha risvegliato Tonelli.
    Pronti, via e già reca un dispetto alla sua ex squadra annullando prima Milik e poi Mertens.
    Giampaolo ha trovato un eccellente difensore il quale non ha ancora mostrato tutto il suo potenziale.

 

  • FAZIO: il centrale argentino sembra un ragazzino che arriva perennemente in ritardo a scuola perché non gli suona la sveglia.
    La sosta è capitata a fagiolo per rivedere la sua condizione fisica e raggiungere i livelli della passata stagione.
    Contro il Chievo, ci aspettiamo un Fazio diverso.

 

CENTROCAMPISTI-TREQUARTISTI

 

  • KESSIE’: anche quest’anno, la musica non cambia.
    Nonostante l’insidia Bakayoko, è sempre lì a macinare i chilometri per la gioia di Gattuso.
    Ha ripreso a segnare e Cagliari gli rievoca dolci ricordi.
    La sua ultima doppietta la realizzò proprio alla Sardegna Arena.

 

  • DOUGLAS COSTA: per un fantacalcio, è un giocatore imprescindibile nonostante il minutaggio non proprio da top player.
    All’eclettico esterno brasiliano possono bastare 15-20 minuti per fare la differenza.
    Allegri lo sa perfettamente e lo inserisce nei momenti chiave degli incontri. Guai a metterlo in panchina!

 

  • LUIS ALBERTO: è partito col freno a mano tirato.
    Nelle prime 3 giornate poteva dare molto di più ma ha il tempo per rifarsi.
    Ad Empoli potrebbe scatenarsi l’uragano iberico.

 

  • UNDER: il talento turco è come un diesel, deve carburare prima di andare a tavoletta e seminare il panico a qualunque difesa.
    Alcuni fantallenatori stanno compiendo l’errore di scambiarlo o di lasciarlo in panchina. Abbiate pazienza e dategli fiducia.

 

ATTACCANTI

 

  • CRISTIANO RONALDO: siamo ancora in attesa del suo primo gol in A.
    Le sue prestazioni altalenanti stanno iniziando a preoccupare i fantallenatori i quali hanno speso vagonate di crediti per scrivere CR7 nella propria rosa.
    Con il Sassuolo, sarà la volta buona?

 

  • HIGUAIN: il gol non è ancora arrivato ma il suo apporto è stato prezioso nella vittoria finale contro la Roma.
    Gattuso può pensare in grande grazie al Pipita e riportare il Milan nel calcio che conta non sembra più una chimera.
     

 

  • DEFREL: Giampaolo ha aperto il vaso di Pandora che conteneva i gol che Defrel poteva siglare con la maglia della Roma.
    Adesso sta rendendo i tifosi blucerchiati con delle perle assolute e questo è solamente l’inizio. Il meglio deve ancora arrivare.

 

  • LASAGNA: in pochi si sarebbero aspettati questa falsa partenza da parte dell’attaccante friulano.
    Mancano i suoi gol che potevano rendere il cammino dell’Udinese più agevole.
    Per ora, la squadra di Velazquez ci ha messo una pezza con De Paul ma adesso tocca a Lasagna portare avanti la baracca.