CONSIGLI FANTACALCIO: Ottava Giornata di Serie A

PORTIERI

 

  • SIRIGU: un Frosinone in crisi profonda è un avversario alla portata del Torino.
    L’attacco spuntato dei ciociari fa (quasi) rilassare il portiere granata.
    Un po’ di concentrazione dovrà pur mostrarla.

 

  • RADU I.: senza Gervinho e forse Inglese, per il giovane estremo difensore genoano dovrebbe essere un gioco da ragazzi mantenere la porta inviolata.
    Non sarà così: D’Aversa ha altre frecce importanti nella sua faretra. Radu si farà trovare pronto.

 

  • DONNARUMMA: sta vivendo un ottimo momento di forma.
    Le sue parate tengono a galla i rossoneri e intravedono la luce dopo la pareggite acuta.
    Il Chievo non impensierirà, più di tanto, il numero 99 del Milan.

 

  • CRAGNOIl Bologna è in netta ripresa dopo un inizio stentato.
    La squadra di Inzaghi proverà a sbancare la Sardegna Arena ma dovrà fare i conti con Cragno.
    Il portiere sardo sarà un cliente scomodo per Santander.

 

DIFENSORI

 

  • IZZO: è diventato, in pochissimo tempo, un punto fermo della difesa granata.
    La sua partenza è stata senza infamia e senza lode, si è limitato, in alcuni casi, a fare il compitino.
    Contro il Frosinone, può fare qualcosa di più…

 

  • CANCELO: la freccia lusitana è pronta a seminare il panico alla difesa friulana.
    Siglare dei gol non è la sua specialità ma potrebbe gonfiare la rete della Dacia Arena.
    Non mancheranno anche i suoi puntuali  e precisi assist.

 

  • MUSACCHIO: Gattuso lo ha tolto dal cellophane e sta degnamente sostituendo un Caldara arrivato acciaccato dalla Juventus.
    Il tandem con Romagnoli funziona, come se giocassero da una vita. Il centrale argentino può regalare ai fantallenatori una prestazione eccellente. Schieratelo.

 

  • FLORENZI: da buon “core de Roma” ha dato inizio alla rinascita giallorossa.
    Non con i gol ma mostrando quel carattere utile per uscire da questi momenti bui.
    La cinquina in Champions e la vittoria al Derby ha portato il suo morale alle stelle, l’Empoli troverà un Florenzi scatenato.
      

 

CENTROCAMPISTI-TREQUARTISTI

 

  • BARELLA: cresce a vista d’occhio il prodotto del vivaio sardo.
    Maran lo reputa un titolarissimo e se lo coccola sperando di non perderlo nel mercato invernale.
    E’ un mix di quantità e qualità che metterà in seria difficoltà il Bologna.

 

  • UNDER: è uscito dal guscio il talento turco.
    Sembrava fosse sparito,  pareva un ectoplasma che girovaga il campo, adesso è tornato quel giocatore devastante della passata stagione.
    Ci ha preso gusto a segnare da distanze notevoli, potrebbe ripetersi anche ad Empoli.

 

  • SANDRO: se non fosse per gli infortuni, avrebbe avuto una carriera decisamente migliore.
    Sandro si sta già rivelando un valore aggiunto del centrocampo grifone, ha portato quel tocco di classe che mancava.
    Ballardini se lo godrà e può far godere quei (pochi) fantallenatori che lo hanno aspettato con pazienza.

 

  • BONAVENTURA: è un elemento imprescindibile della squadra di Gattuso.
    Un tuttofare capace di svolgere qualunque mansione a centrocampo e in attacco.
    Giocatori dalla duttilità estrema ce ne sono ben pochi e per il fantacalcio, averlo in rosa è come possedere un gioiello prezioso.

 

ATTACCANTI

 

  • HIGUAIN: l’infortunio ai flessori ha spaventato l’attaccante argentino ma è un tipo tosto e duro a morire.
    A Gattuso piaccono questi giocatori dal carattere forte  e non vede l’ora di gettarlo nella mischia con il Chievo.
    I suoi gol servono come il pane.

 

  • ICARDI: in Champions segna mentre in Serie A è ancora fermo ad una rete.
    Troppo poco se ti chiami Mauro Icardi…
    A Ferrara può scatenarsi l’uragano argentino ma dovrà essere ben supportato da Perisic e Politano (o Candreva)
    .

 

  • BELOTTI: la difesa non eccezionale del Frosinone può muovere, in maniera significativa, il suo score di gol.
    Il suo bottino è ancora magro (solo 2 reti), urge una prestazione top per trasformare i fischi in applausi. 

 

  • DUVAN ZAPATA: farà di tutto per recare un dispiacere alla sua ex squadra.
    Non si è lasciato benissimo con la Samp, specialmente con Giampaolo, e non avrà alcuna pietà.
    Gasperini sfrutterà al massimo questa voglia di fare bene dell’attaccante colombiano.