I Consigli di Fantamaster per la 25esima Giornata di Serie A




PORTIERI

Stagione sfortunata per Mirante e Marchetti che salteranno anche questa giornata.

Per il portiere laziale, trauma distorsivo al ginocchio sinistro mentre per il felsineo è una lesione muscolare al gluteo a tenerlo bloccato.

Il 25esimo turno di campionato presenta partite che, sulla carta, sono abbordabili per Berisha e Buffon i quali avranno a che fare con Palermo e Crotone.

Potrebbero esserci possibilità di vedere Neto dal primo minuto con il numero 1 bianconero bello riposato in vista della trasferta portoghese in Champions.

Occhi ben aperti per Lamanna.

Il Pescara subisce tanto ma in attacco è vivo più che mai.

I 3 gol rifilati al Torino hanno sorpreso coloro che hanno puntato su Hart ritrovandosi con un -3 inaspettato sul groppone.

Stesso discorso vale anche per Handanovic che dovrà respingere gli attacchi di un Bologna ferito nell’orgoglio.

Più complicate le gare per Strakosha (vs Empoli) e Reina (vs Chievo).

Il Chievo non è mai stato un avversario morbido e il Napoli dovrà sudare 7 camicie per strappare i 3 punti.

Tatarusanu è in ripresa.

L’ottima prova contro l’Udinese ha scacciato il fantasma Sportiello che aleggiava sulla sua porta.

Per confermare il momento positivo dovrà superare l’ostacolo Milan.

Donnarumma tira un sospiro di sollievo vista l’assenza di Bernardeschi per squalifica ma ci sono sempre Kalinic e Ilicic che possono rendere la serata del portiere rossonero piuttosto impegnativa.

DIFENSORI

Tira aria di turn over in casa Juventus.

L’impegno di Champions è ormai prossimo e Allegri sta valutando le condizioni di Chiellini, uscito dopo 18 minuti contro il Cagliari, e di Barzagli.

Probabile panchina per Bonucci e Lichtsteiner con Rugani e Dani Alves pronti a partire dal primo minuto.

Difesa ormai intoccabile per la Roma con Fazio e Manolas che proveranno a non far toccare un pallone a Belotti.

Spalletti si affiderà all’estro e alla velocità di Emerson Palmieri per tagliare in 2 la retroguardia granata.

L’esterno brasiliano si sta rivelando una splendida sorpresa in casa Roma.

Sta degnamente sostituendo lo sfortunato Florenzi, vittima dell’ennesimo infortunio al ginocchio che lo terrà ancora lontano dai campi.

Il Napoli torna a Castel Volturno con le ossa rotte.

La sconfitta contro il Real Madrid ha un po’ ridimensionato la squadra di Sarri che adesso dovrà sfidare il Chievo per mantenere il vantaggio di +6 sulle inseguitrici Inter e Atalanta.

Ci vorranno un Albiol e Koulibaly più concentrati e non quelli visti in affanno in Champions.

Dubbio D’Ambrosio per l’Inter.

Il terzino nerazzurro è alle prese con un fastidio muscolare ma sembra recuperabile per la gara di Bologna.

Se non dovesse farcela, uno tra Nagatomo e Ansaldi prenderà il suo posto.

Confermata la difesa a 3 con Murillo, Medel e Miranda.

Per il Bologna, assenze importanti in difesa.

Out i centrali titolari Maietta e Gastaldello.

Ballottaggio Krafth-Helander per affiancare Oikonomou.

Esame Crotone per l’Atalanta con i cristalli di Bergamo che vogliono continuare a splendere sotto le cure maniacali di Gasperini.

Conti e Caldara crescono a vista d’occhio e manca poco per il loro definitivo salto di qualità.

Per il difensore centrale c’è la Juventus che lo aspetta nel 2018 ma se vestissimo i panni di Marotta, un pensierino per portarlo a Vinovo già a partire dalla prossima stagione lo faremmo.

Nodi da sciogliere per Lazio e Milan con Bastos e Wallace che scalpitano per ottenere un posto da titolare a discapito di Basta e Hoedt mentre tra le fila rossonere, torna Paletta e lotta per una maglia tra Gustavo Gomez e Zapata con il paraguaiano in netto vantaggio.

Nella Fiorentina, rientra Sanchez e probabile turn over in difesa con De Maio che potrebbe prendere il posto di Gonzalo Rodriguez.

Si apre il ciclo Zauri a Pescara.

Il vice dell’esonerato Oddo proverà a rendere la difesa abruzzese più accorta e meno perforabile con Campagnaro e Stendardo recuperati e arruolabili per la partita contro il Genoa.

Mihajlovic ritrova Zappacosta dopo 3 settimane di stop.

De Silvestri dovrebbe comunque giocare dall’inizio con il terzino ex Atalanta che partirà dalla panchina.

Castan vuole giocare contro la sua ex squadra ma c’è da sgomitare con Ajeti, autore di una prova non proprio brillante contro il Pescara.




CENTROCAMPISTI – TREQUARTISTI

Scontata la squalifica per Perisic che tornerà ad essere a disposizione di Pioli.

Sarà fondamentale l’apporto dell’esterno croato che dovrà fare gli straordinari in avanti vista l’assenza di Icardi.

C’è Banega che ha smaltito l’infortunio e insidia la titolarità di Joao Mario.

Confermatissimo Gagliardini.

Uno tra Khedira e Pjanic partirà dalla panchina con Marchisio dal primo minuto e forse Sturaro se Allegri dovesse decidere di adottare il 3-5-2.

In caso di conferma del 4-2-3-1, Pjaca prenderà il posto dello squalificato Mandzukic.

Occasione per Cuadrado per confermare il suo ottimo inizio di 2017.

Attualmente è il giocatore più in forma insieme a Higuain e contro il Palermo potrebbe regalare qualche bonus interessante.

Tra i giocatori più in forma c’è anche Nainggolan che sta trascinando la Roma con le sue ottime prestazioni.

Con Spalletti è diventato un centrocampista duttile e completo il quale sta diventando letale anche in zona gol.

I tifosi giallorossi non vorrebbero privarsi del loro idolo ma le sirene inglesi stanno attirando le attenzioni del Ninja belga.

Contro il Torino, potrebbe esserci un’opportunità per Paredes a discapito di Strootman che osserverà un turno di riposo.

Anche Perotti aspetta il suo momento che ha pienamente recuperato dall’infortunio.

Jorginho e Allan pronti a rimpiazzare i 2 “scugnizzi” Zielinski e Diawara apparsi visibilmente stanchi e scarichi contro il Real Madrid e anche il Milan potrebbe far rifiatare i suoi giovanotti Locatelli e Pasalic per puntare sull’esperienza di Sosa e Poli.

L’Atalanta coltiva ancora il sogno Europa.

Il quarto in posto in concomitanza con l’Inter fa ben sperare anche se Napoli, Lazio e Milan sono a un tiro di schioppo.

Gasperini sta pensando di dare una chance a Cristante, giocatore fortemente voluto nel mercato invernale appena concluso. Le chiavi del centrocampo verranno affidate a Kessiè che sta magistralmente guidando i suoi uomini nonostante la giovane età. Contro il Crotone, ha anche l’occasione di rendersi pericoloso in fase offensiva.

Brutta tegola per il Genoa che perde Veloso per un mese a causa di una lesione muscolare alla coscia destra.

Chance per Cataldi e anche per Lazovic che sta vincendo il ballottaggio con Edenilson.

Invece, i cugini blucerchiati recuperano Barreto con Praet destinato a tornare in panchina e occhio a Djuricic che insidia il posto di Bruno Fernandes.

In casa Toro, Baselli ritrova la maglia da titolare mentre Valdifiori non parteciperà alla trasferta di Roma per una ferita alla caviglia.

Lukic ricoprirà il ruolo di regista.




ATTACCANTI

I punteri argentini possono fare la differenza in questa giornata.

Higuain e Simeone sono pronti a colpire le retroguardie del Palermo e del Pescara, specialmente il Cholito che non esulta per un gol da 3 partite.

Per la punta bianconera, c’è poco da dire o forse ne abbiamo parlato già abbastanza.

Dovrà solo non sforzarsi troppo perché c’è il Porto da battere in Champions.

Compito arduo per Belotti che dovrà superare i muri Fazio e Manolas per regalare una gioia ai tifosi granata.

Sfida difficile ma non impossibile per il Gallo che ha già creato un dispiacere alla Roma nella gara d’andata.

Non si può dire lo stesso di Dzeko che ha ancora fame di gol e ormai la sfida con Higuain è aperta.

Che vinca il migliore.

Un attaccante a caccia di gol è Immobile.

Col Milan ci è andato molto vicino, il rigore poteva essere un’occasione per avanzare nella classifica caponnonieri, anche se Higuain e Dzeko sono lontani, ma ha lasciato l’onere a Biglia che non ha fallito.

Empoli e l’aria della Toscana potrebbe portare fortuna alla punta biancoceleste.

Per Mchedlidze l’aria toscana porta un po’ di dolori.

La schiena malandata blocca la punta empolese il quale rischia di saltare anche questo match dopo quello di Milano contro l’Inter.

L’Inter si affiderà ancora Palacio vista la squalifica di Icardi.

Nell’ultimo match casalingo, il numero 8 argentino ha ben figurato insieme ad Eder, quest’ultimo autore di una prova perfetta.

Infatti, i nerazzurri punteranno anche sull’italo-brasiliano per sbancare il “Dall’Ara” e sperare nella qualificazione nell’Europa che conta.

Nel Bologna mancherà Destro.

Fatale la distorsione alla caviglia subita contro la Sampdoria.

Per prendere il suo posto, ballottaggio a 3 tra Di Francesco, Sadiq e Petkovic con l’attaccante nigeriano leggermente favorito.

Bacca o non Bacca?

Montella deciderà fino all’ultimo se affidarsi al colombiano o puntare su Lapadula o confermare Deulofeu falso nueve con Ocampos e Suso a dargli manforte.

Non sta brillando la stella Thereau nell’Udinese.

Gli acciacchi frenano l’attaccante francese che potrebbe parcheggiare in panchina contro il Sassuolo.

Petagna potrebbe mettere da parte la generosità che lo contraddistingue ed essere più decisivo in fase realizzativa.

Il Crotone può offrirgli questa opportunità.

La coppia affiatata Schick-Muriel non giova a Quagliarella che sta rischiando seriamente di perdere il posto.

Le prestazioni non proprio eccelse sono un motivo in più per Giampaolo per schierare la giovane coppia d’attacco.