I Consigli di Fantamaster per la 24esima Giornata di Serie A




PORTIERI

Portieri in cerca di riscatto (Tatarusanu), portieri in netta ripresa (Viviano) e portieri che potrebbero godersi un cocktail nella loro porta.

Nell’ultimo caso, sono Szczseny e Hart i quali hanno gare piuttosto agevoli contro le ultime della classe, Crotone e Pescara.

Salvo imprevisti, chiuderanno la saracinesca senza troppi intoppi.

Handanovic dovrà prestare un po’ più di attenzione.

L’Empoli si sta rivelando un avversario scorbutico, da non sottovalutare.

Se conferma le parate fatte contro la Juventus, l’Inter dormirà sogni tranquilli.

Al contrario del cugino nerazzurro, Donnarumma sarà costretto a fare gli straordinari per difendere i pali del Milan.

La Lazio vista a Pescara è un rullo compressore e i rossoneri, con la difesa spuntata, dovranno sperare in una prova super del loro piccolo grande portiere.

Partite spinose per Berisha (vs Palermo) e Consigli (vs Chievo).

I siciliani hanno intrapreso la retta via con Diego Lopez.

Dopo aver tirato lo scherzetto al Napoli e battuta una diretta avversaria per raggiungere un’insperata salvezza, il Palermo vuole compiere un altro colpaccio.

Il portiere albanese è avvisato.

Concentrazione al massimo per Consigli.

Il Chievo è una squadra difficile da affrontare che creerà le sue pericolose azioni offensive con Birsa e Meggiorini.

Mancherà Pellissier ma Maran ha le frecce giuste nelle sua faretra per colpire il cuore della difesa neroverde.

Bologna privo di Mirante per la trasferta di Genova contro la Sampdoria.

Pronto Da Costa che ha già risposto “presente” nel match di recupero contro il Milan.

DIFENSORI

Difesa da rifare per il Milan.

Oltre alle assenze di De Sciglio, Calabria e Antonelli, si aggiungono quelle di Romagnoli per un problema muscolare e di Paletta per squalifica.

Dura poca la gioia di Montella che sarà costretto a schierare contro la Lazio un’inedita coppia di centrali: ZapataGustavo Gomez.

Continuano gli acciacchi per Barzagli.

Fatali i 10 minuti fatti a Crotone che hanno riacutizzato il problema muscolare il quale lo ha tenuto fermo in queste ultime settimane.

Allegri confermerà il blocco difensivo che tanto bene ha fatto contro l’Inter con Alex Sandro in forma smagliante e pronto a seminare il panico alla difesa sarda.

Anche l’Inter ha l’intenzione di lasciare Murillo terzino e Medel centrale.

Nonostante la sconfitta, l’esperimento è riuscito e Ansaldi assaggerà ancora la panchina.

Morale alto in casa Roma dopo il 4-0 rifilato alla Fiorentina.

Tra i giallorossi, primo centro in campionato per Fazio, autore di un’ottima stagione.

Arrivato come oggetto misterioso, è diventato un punto fermo della retroguardia spallettiana.

Obbligatorio sarà riscattarlo  per la società capitolina.

L’altra oggetto misterioso diventato protagonista è Emerson Palmieri.

Talento sbocciato grazie all’infortunio di Florenzi che potrà recuperare con molta calma.

Turn over in vista per il Napoli.

Il riposo per Hysaj è forzato per via della squalifica, anche Albiol e Ghoulam potrebbero essere risparmiati con Chiriches e Strinic dal primo minuto.

Rischio bocciatura per Hoedt e Ajeti che hanno compiuto errori rilevanti nell’ultimo match di campionato.

Nella Lazio, Radu potrebbe agire da centrale mentre nel Toro, Castan scalpita.

Occasione d’oro per De Silvestri per non perde il posto da titolare.

L’infortunio di Zappacosta ha risollevato l’umore del terzino ex Lazio e Samp che era ai minimi storici.

Può sfoggiare una gara con i fiocchi contro il malcapitato Pescara.

Dimenticare subito Roma è l’imperativo della Fiorentina.

Prova ignobile della retroguardia viola schiacciata dall’imponenza di Dzeko.

Contro l’Udinese, non ci sarà Sanchez (squalificato).

Favorito Tomovic su De Maio.

Il Bologna ha bisogno di una bella secchiata d’acqua ghiacciata per risvegliarsi.

Le 7 scoppole prese nell’anticipo di sabato scorso si fanno ancora sentire e hanno sterminato tutte le certezze difensive degli uomini di Donadoni.

Ora l’incubo della retroguardia felsinea si chiama Muriel.

Ci vogliono un Gastaldello e un Maietta versione muraglia cinese per bloccare la furia colombiana.

Per la prima volta, regna l’abbondanza nella difesa del Sassuolo.

Tolto Lirola, sono tutti a disposizione con Di Francesco che ha l’imbarazzo della scelta.

Tra le file del Chievo, out Cesar e Dainelli in forte dubbio.

Spazio per Spolli.




CENTROCAMPISTI-TREQUARTISTI

Il ritorno di Salah si è subito notato nella Roma.

Anche se non è sceso in campo, ha portato una ventata di positività che serviva nell’ambiente giallorosso.

A Crotone siamo certi che non scalderà la panchina e vorrà cancellare dalla mente la bruciante sconfitta in finale di Coppa d’Africa del suo Egitto contro il Camerun.

De Rossi e Perotti sono in dubbio per la trasferta calabrese.

Ci sono buone possibilità di vedere Paredes dal primo minuto.

Amara Torino per l’Inter.

Out Brozovic per 4 settimane a causa di una frattura di un dito del piede e Perisic squalificato per 2 turni.

Spazio per Kondogbia e Eder anche se non è da escludere la candidatura di Gabigol.

Candreva ha il compito di trascinare i nerazzurri verso la vittoria.

Raramente sta vestendo questi panni che con la Lazio mostrava spesso e volentieri.

Contro l’Empoli, ha l’opportunità di conquistare il popolo nerazzurro.

Marchisio è vicino a riprendere il suo posto a centrocampo.

A farne le spese è Khedira che potrebbe osservare un turno di riposo.

In casa Milan, pesa la squalifica di Kucka.

Assenza importante in vista del posticipo del lunedì contro la Lazio.

Uno tra Bertolacci e Poli rimpiazzerà lo slovacco.

Montella si affiderà all’estro di Deulofeu per allungare la striscia vincente iniziata mercoledì sera con l’impresa di Bologna.

Nonostante l’impegno in Champions, Sarri non rinuncerà ad Hamsik e Mertens, specialmente al folletto belga il quale è diventato inamovibile nello scacchiere offensivo partenopeo.

Ennesima tripletta che ha fatto impazzire di gioia i tifosi napoletani assiepati al “Dall’Ara”.

Se non si fosse fatto male Milik, non so se avremo assistito a questo spettacolo.

Quando un grave infortunio crea soluzioni dall’esito inaspettato.

Occasioni importanti per Ljaijc e Gomez: l’esterno serbo è a caccia di un gol che manca da troppo tempo.

La difesa del Pescara potrebbe dargli una mano.

El Papu, invece, è a caccia di conferme dopo la prova sublime contro il Cagliari dove ha estasiato i palati fini dello stadio “Atleti Azzurri d’Italia” contro il Cagliari.

Non sarà semplice con il nuovo Palermo targato Lopez ma niente è impossibile per Gomez e per questa Atalanta.

Esame Udinese per una Fiorentina uscita malconcia da Roma.

Paulo Sousa proverà a scuotere il suo giovane fenomeno Bernardeschi apparso stordito e povero di idee.

C’è bisogno di lui per risalire la china.




ATTACCANTI

Kalinic in, Bacca out!

La Fiorentina ritrova il suo bomber dopo 2 settimane di stop mentre il colombiano del Milan rischia la panchina.

Le pessime prestazioni contro Sampdoria e Bologna ha mandato su tutte le furie Montella il quale, stavolta, non lo perdonerà.

Lapadula fiuta la grande opportunità.

L’Icardi furioso costa caro all’Inter che dovrà fare a meno lui per 2 giornate.

Contro l’Empoli, avrebbe sicuro messo la sua firma.

Dovrà pensarci Palacio o, a sorpresa, il giovane Pinamonti.

La squalifica di Callejon apre le porte a Pavoletti.

Giocherà dal primo minuto contro il Genoa, la squadra che lo ha portato in Serie A.

Sarà una partita dalle grandi emozioni per il Pavoloso.

Occhio a Milik che potrebbe fare una decina di minuti.

Muriel vuole continuare la raccolta di scalpi importanti.

Dopo Roma e Milan, tocca al Bologna in grande crisi.

La difesa bolognese proverà ad arrestare il cammino della punta colombiana.

Oddo dovrà adottare soluzioni drastiche pur di non far segnare Belotti.

I possessori della punta granata cominciano a sfregarsi le mani in attesa di bonus sostanziosi.

Magari come quelli di Mertens e Parolo dello scorso turno.

Anche il Cagliari cercherà di ostacolare la fame di gol di Higuain.

Giunto a 16 reti, la punta bianconera non vuole assolutamente fermarsi per regalare il prima possibile il sesto scudetto consecutivo alla Juventus.

Difficilmente raggiungerà il suo record personale ma poco importerà al Pipita perché vuole vincere il suo primo campionato che col Napoli ha solo sfiorato.

Attacco spuntato per i sardi: Borriello e Sau sono in forte dubbio, Joao Pedro squalificato e Melchiorri ha terminato la stagione.

L’unico disponibile è Ibarbo.

Anche Dzeko non ha perso l’appetito e non vuole lasciare il primo posto nella classifica capocannonieri.

A Crotone può allungare il distacco dai suoi diretti avversari.