Castan: dall’inferno di 2 anni fa a…




In questa giornata, tra le doppiette di Milik e Borriello e la prestazione monstre di Icardi contro la Juventus, sbuca l’ottima prova di Castan.

Nonostante la prova incolore dei granata, il difensore brasiliano sta diventando sempre più una pedina preziosa nello scacchiere di Mihajlovic.

Difensore roccioso, quasi un muro che gli attaccanti dell’Empoli non sono riusciti a scardinare.

Garantisce sicurezza ed esperienza in un reparto orfano di Glik, ora in Francia al Monaco.

Castan non sta facendo rimpiangere il polacco e i tifosi torinisti sperano che trovi anche la via del gol con i colpi di testa su corner, marchio di fabbrica di Glik.

Statisticamente parlando, il difensore brasiliano sta tornando piano piano a giocare su buoni livelli.

In 3 partite, ha una media voto leggermente superiore al 6 (6,17) e non ha ancora preso cartellini gialli o rossi.

Il leggero aumento della media voto è dovuto alla buonissima prestazione contro l’Empoli.

Le prove sempre più convincenti del brasiliano sono belle notizie, specialmente dopo quello che ha passato 2 stagioni fa.

L’intervento al cervello per eliminare un cavernoma poteva pregiudicare la sua carriera che, prima dell’operazione, stava andando molto bene.

Alla Roma era uno dei difensori di riferimento e la Seleçao brasiliana cominciava a considerarlo.

Dopo un anno di stop, la Roma lo riaccoglie a braccia aperte ma non riesce a trovare spazio.

Quest’estate, la Sampdoria gli ha dato l’opportunità di rilanciarsi nel mondo del calcio ma l’esperienza genovese è durata meno di un mese preferendo i granata di Mihajlovic.

Forse attratto dalla storia del Torino, Castan pare abbia trovato l’ambiente giusto per ritornare ad essere un muro difensivo.

lega privata fantacalcio