Calciomercato: il punto della situazione




Oggi, 3 gennaio, apre ufficialmente i battenti il calciomercato.

Occasione per le squadre di Serie A di puntellare la propria rosa o di rivoluzionarla del tutto.

Fino alle 23 del 31 gennaio usciranno una marea di nomi che infiammeranno il mercato, cinesi permettendo.

La Juventus ha potuto ufficializzare l’acquisto del centrocampista venezuelano Tomas Rincon, soffiato alla Roma. Al Genoa andranno 8 milioni + 1 di bonus.

Dopo Pavoletti, passato al Napoli, Juric perde anche il suo mastino ma non c’è da disperarsi.

La società di Preziosi ha subito messo le mani su due talenti provenienti dalla Serie B: Morosini del Brescia e Beghetto della Spal.

L’Inter sta cercando di costruire una squadra fondata su giocatori italiani dal sicuro avvenire.

Per giugno, probabili gli assalti per Berardi, Bernardeschi e Verratti mentre per l’immediato, sembra cosa fatta l’acquisto di Gagliardini dall’Atalanta.

Al club orobico andrà una cifra vicina ai 30 milioni che rimpolperà ulteriormente le casse dopo i 18 milioni ottenuti dalla Juventus per Caldara.




L’Atalanta si conferma uno dei settori giovanili più floridi d’Italia.

La Roma è a caccia del sostituto di Salah che farà, a breve, la Coppa d’Africa col suo Egitto.

Dopo aver sondato il terreno su vari esterni offensivi (Musonda, El Ghazi, Gomez, Depay), pare che i giallorossi hanno trovato in Jesè Rodriguez il personaggio perfetto per non far rimpiangere Salah.

Con le cessioni di Iago Falque e Iturbe al Torino, la Roma ha i soldi necessari per tentare l’affondo sull’esterno offensivo spagnolo.

Un altro spagnolo che potrebbe approdare in Italia è Deulofeu dell’Everton.

L’ex canterano del Barça piace al Milan di Montella che cercherà di ottenerlo in prestito con diritto di riscatto.

Al Pescara tira aria di rivoluzione.

Dopo aver salutato Aquilani, andato al Sassuolo, e Manaj, ritornato all’Inter, il club abruzzese ha già messo a segno quattro colpi: Cerri e Mandragora dalla Juve, Stendardo dall’Atalanta e Bovo dal Torino.

Mandragora è un ritorno mentre Stendardo e Bovo serviranno per dare esperienza al reparto difensivo.

Campagnaro, da solo, non basta.

Cambia il portiere al Cagliari: Storari lascia la Sardegna per tornare al Milan e Gabriel farà il viaggio inverso.