Attaccanti in cerca di Goal…




Il mestiere dell’attaccante è sempre stato complicato: se segna, deve cercare di confermarsi mentre se non segna, viene messo sulla graticola fino a scaldare la panchina.

In questo inizio di stagione ci sono punte che la via della porta la vedono offuscata e vogliono uscire da questa fitta nebbia.

Le delusione maggiori arrivano da Firenze: stiamo parlando di Ilicic e Kalinic.

Esattamente un anno fa, avremmo esaltato le gesta degli attaccanti viola, artefici della partenza super della Fiorentina di Sousa.

Adesso ci toccherà parlarne negativamente.

Se i viola annaspano in classifica, la colpa è della loro assenza ingiustificata in fase realizzativa.

Basti pensare che ha fatto più gol Babacar entrando dalla panchina che Ilicic e Kalinic messi insieme.




Per l’attaccante croato, la macchina dei gol si era già inceppata nel girone di ritorno del campionato scorso.

Sta continuando questo momento non felice sotto porta e si attende di rivedere il Kalinic versione bomber devastante.

Per lo sloveno, è buio pesto.

Chi ha puntato su di lui al fantacalcio, si starà chiedendo che forse non era poi così male considerare Belotti o Borriello nel loro attacco.

Decisamente apatiche le prove di Ilicic, a tratti irritanti. Sembra che stia giocando il gemello scarso ma a Firenze rivogliono il gemello buono.

Anche a Bergamo pensano che sia arrivato il gemello scarso di Paloschi.

Arrivato all’Atalanta per 7 milioni di euro dallo Swansea, subito hanno pensato che Percassi ha messo a segno un colpaccio.

Non si direbbe da questo inizio infausto.

L’attaccante scuola Milan è ancora a secco, a differenza di un’altra punta uscito dal vivaio del Milan, Petagna.

Forse non è scattato il feeling con Gasperini però da Paloschi ci si aspettavano gare più dinamiche, generose oltre a cercare di mettere la palla dentro.

Questo attaccante non si è ancora visto. Forse sarà rimasto a Verona, sponda Chievo.

A Udine manca ancora l’apporto di Thereau.

Partenza deludente del francese come quella dell’Udinese che ha esonerato Iachini la settimana scorsa.

Potrebbe ritrovare la via del gol contro la Juventus dove l’anno scorso creò un dispiacere alla Vecchia Signora.




Momento nero dell’Empoli che, senza i gol di Maccarone, la salvezza sta diventando una chimera.

Big Mac ha perso la continuità che aveva nella scorsa stagione. Forse pesano parecchio gli addii di Paredes e Zielinski o semplicemente è l’età che avanza.